Guardare oltre

Si chiama così l’evento sulle malattie oculari e la cecità, promosso per l’11 ottobre a Napoli dall’UICI locale (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), caratterizzato sia da un’azione di prevenzione sulle malattie oculari, sia da un’opera di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle problematiche che restano irrisolte e sulle difficoltà che accompagnano la vita quotidiana delle persone non vedenti

Orto Botanico di Napoli

L’Orto Botanico di Napoli, all’interno del quale vi è un “Percorso Botanico Sensoriale” per persone non vedenti

Subito dopo la Giornata Mondiale della Vista del 9 ottobre, sabato 11 ottobre, a Napoli, sarà la giornata dedicata alla Campagna Guardare oltre, evento di prevenzione e sensibilizzazione sulle malattie oculari e la cecità.
Organizzata dall’UICI di Napoli (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), in collaborazione con la Società Novartis Farma, l’iniziativa sarà dedicata alle problematiche legate all’ipovisione e alla cecità, «un primo appuntamento – come sottolinea Giovanni D’Alessandro, presidente dell’UICi di Napoli – caratterizzato sia da un’azione di prevenzione sulle malattie oculari, sia da un’opera di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle problematiche che restano irrisolte e sulle difficoltà che accompagnano la vita quotidiana delle persone non vedenti». «Sarà pertanto – aggiunge – un invito rivolto a tutti da chi non vede affinché, attraverso la condivisione per qualche ora dell’esperienza dei non vedenti, in ascolto delle loro esigenze, si possa realizzare un’adeguata azione di prevenzione e trovare le risorse per garantire i servizi e i farmaci che possono aiutare a prevenire le principali patologie che possono portare alla cecità».

A livello oculare, infatti, la prevenzione è molto importante, dal momento che esiste una serie di malattie che – pur non manifestando un’evidente sintomatologia – possono, se non curate, portare a una grave diminuzione della funzione visiva. Esse hanno dunque bisogno di essere diagnosticate in tempo al fine di poter permettere al paziente di accedere precocemente alle cure necessarie.
Va detto poi che a partire dai 40 anni tutti hanno bisogno di una visita oculistica per essere certi di non essere affetti da patologie oculari di cui non sono a conoscenza. Si parla di malattie come la cataratta, il glaucoma, la degenerazione maculare legata all’età, la retinopatia diabetica, la retinopatia ipertensiva e altre ancora, che tutte possono condurre all’ipovisione o alla cecità. Per prevenirle, dunque, è importante rivolgersi a degli oculisti specialisti, che effettuino una visita con l’esame del fondo oculare.

Nell’àmbito della Campagna Guardare oltre, tra l’altro, è stata avviata una proficua collaborazione con l’Assessorato ai Trasporti e alla Viabilità della Regione Campania, guidato da Sergio Vetrella, che si è assunto l’impegno di trovare soluzioni innovative in risposta ai bisogni delle persone non-vedenti, anche grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie disponibili. Una collaborazione che potrebbe dunque porre la Campania all’avanguardia nei servizi per le persone non vedenti.

Il programma dell’11 ottobre prevede la presenza per tutta la mattinata (dalle 9) di un’Unità Mobile Oftalmica dell’UICI di Napoli in Piazza del Plebiscito, per effettuare visite gratuite per la prevenzione della “degenerazione maculare”, con la presenza di specialisti oftalmologi.
A tutti i partecipanti, inoltre, verrà distribuito materiale informativo sulle principali cause di cecità e sui modi per prevenirle.
E ancora, le moto del Club BMW Motorrad Partenope, con passeggeri non vedenti, scortate dalle Forze dell’Ordine, partiranno sempre alle 9 dall’Istituto per Ciechi Domenico Martuscelli, per raggiungere anch’essi, un paio d’ore dopo, Piazza del Plebiscito. Da lì i partecipanti si dirigeranno verso il Real Orto Botanico, ove verranno accolti dalla Fanfara dell’Arma dei Carabinieri, cerimonia cui presenzierà il generale di corpo d’armata Franco Mottola, comandante della Legione Meridionale dell’Arma dei Carabinieri.
Alle 12,30, quindi, sarà possibile visitare il Percorso botanico sensoriale per persone non vedenti, tramite una visita guidata dal direttore dell’Orto Botanico Paolo De Luca. (M.M. e S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Mario Mirabile (addetto stampa UICI di Napoli), mariomirabile@alice.it.

Stampa questo articolo