Il bambino sordo-cieco

Si chiama così il seminario promosso a Brescia dall’IRIFOR Lombardia (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione), che, articolandosi su cinque incontri successivi – i prossimi due in programma il 17 e 18 ottobre – intende da una parte fornire alcuni approfondimenti sulla metodologia riabilitativa del bambino sordocieco, dall’altra favorire lo sviluppo di una rete di comunicazione e collaborazione tra le agenzie che si occupano di queste disabilità

Bimba sordocieca

Una bimba sordocieca

Grazie a un finanziamento concesso dal Consiglio di Amministrazione dell’IRIFOR Centrale (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) e a un co-finanziamento da parte degli Spedali Civili di Brescia, l’IRIFOR Lombardia sta promuovendo in queste settimane un seminario/convegno dal titolo Il bambino sordo-cieco, articolato su cinque incontri successivi organizzati a Brescia (Aula della Fondazione Bresciana per l’Educazione Monsignor Giuseppe Cavalleri, Via Sant’Antonio, 61).

L’obiettivo dell’iniziativa – vera e propria novità dal punto di vista formativo – è da una parte quello di fornire ai partecipanti alcuni approfondimenti sulla metodologia riabilitativa del bambino sordocieco, dall’altra di favorire lo sviluppo di una rete di comunicazione e collaborazione tra le agenzie che si occupano di queste disabilità, presenti in numero crescente presso i vari Servizi Sanitari.
Gli incontri – che si avvalgono dell’apporto di figure altamente qualificate – sono rivolti a logopedisti, tecnici di audiologia, psicomotricisti, psicologi, fisioterapisti, medici, tiflologi, pedagogisti, insegnanti, infermieri professionali e personale di supporto, ovvero a tutte quelle figure che, adeguatamente formate, sono in grado di fornire al bimbo il supporto necessario per intraprendere un percorso riabilitativo che lo conduca ad acquisire un livello di autonomia commisurato alla complessità della patologia in oggetto.

Dopo l’avvio del 3 ottobre scorso, quindi, in cui la parte sulla sordità è stata curata dalla Struttura Semplice a Valenza Dipartimentale (SSVD) di Audiologia e Foniatria degli Spedali Civili di Brescia e quella sulla cecità dall’IRIFOR Lombardia, è ora imminente il secondo incontro, in programma venerdì 17 ottobre (ore 8.30-17.30), sul tema Sordo-Cecità, che sarà coordinato da Patrizia Ceccarani, direttore del Centro di Riabilitazione di Osimo (Ancona) della Lega del Filo d’Oro.
Il giorno successivo, invece, ovvero sabato 18 (ore 8.30-12.30), sarà tutto dedicato alla Logopedia, con le specialiste Alice Miglioli e Gilda Pagano (Lega del Filo d’Oro).
Si passerà quindi a venerdì 14 novembre (ore 8.30-17.30), con Luigina Carrella, responsabile dei Servizi Educativi Riabilitativi del Centro di Lesmo (Monza-Brianza) della Lega del Filo d’Oro, impegnata innanzitutto ad approfondire il tema I sistemi di comunicazione non verbali e l’uso della tecnologia.
La conclusione, infine, si avrà venerdì 21 novembre (ore 8.30-17.30), con la presentazione di una serie di casi clinici da parte della logopedista Fulvia Predolini e della pedagogista Chiara Gervasi. (Massimiliano Penna)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: IRIFOR Lombardia (lombardia@irifor.eu).

Stampa questo articolo