Tutti insieme, me compreso!

Si chiama così il concorso aperto sino al 28 febbraio 2015 alle scuole di ogni ordine e grado, iniziativa con cui l’Associazione PianetaDown intende stimolare l’inclusione delle persone con disabilità intellettiva e far riflettere su come si possa raggiungerla anche al di fuori del contesto scolastico in senso stretto. Il tutto tramite l’utilizzo di forme artistico-espressive che partano da un’immagine data

Locandina del concorso promosso da PianetaDown

La locandina del concorso promosso dall’Associazione PianetaDown

È la terza volta che l’Associazione PianetaDown di Pescara propone un concorso rivolto alle scuole di ogni ordine e grado e dopo Pinguini nel deserto del 2009 e del 2011 (in quest’ultimo caso con il sottotitolo La città ideale), quello di quest’anno – patrocinato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e dal CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down) – si chiama Tutti insieme, me compreso!
L’obiettivo è quello di stimolare l’inclusione delle persone con disabilità intellettiva e far riflettere su come si possa raggiungerla anche al di fuori del contesto scolastico in senso stretto. Il tutto tramite l’utilizzo di forme artistico-espressive che partano da una traccia data, ovvero da un’immagine allegata al bando.
La partecipazione è aperta – a tutte le scuole di ogni ordine e grado, come detto – sino al 28 febbraio 2015. (S.B.)

Ringraziamo l’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) per la collaborazione.

È disponibile il bando del concorso promosso dall’Associazione PianetaDown.
Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@pianetadown.org.

Stampa questo articolo