L’accessibilità inizia dal portone di scuola

Si chiama appunto “L’accessibilità inizia dal portone di scuola per formare le coscienze delle persone e dei futuri tecnici”, il convegno inaugurale in programma il 21 ottobre a Napoli, dell’omonimo progetto promosso dall’Associazione Peepul, da tempo impegnata nel cercare di determinare un cambiamento di mentalità e di atteggiamento verso le persone con disabilità, attraverso azioni concrete di abbattimento di barriere strutturali e culturali

Due persone in carrozzina davanti a una barrieraSarà aperto a tutti, ma rivolto in particolar modo agli studenti, ai docenti e a “tecnici” quali architetti, ingegneri e geometri, il convegno inaugurale di un progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e promosso dall’Associazione napoletana Peepul (dalla parte dei disabili), da tempo impegnata nel cercare di determinare un cambiamento di mentalità e di atteggiamento verso le persone con disabilità, attraverso azioni concrete di abbattimento di barriere strutturali e culturali e di promozione del volontariato.
Titolo del convegno – e anche del progetto – in programma per martedì 21 ottobre a Napoli (Sala Blu del Complesso Universitario di Monte Sant’Angelo (Via Cinthia, ore 10), sarà L’accessibilità inizia dal portone di scuola per formare le coscienze delle persone e dei futuri tecnici.

«L’evento – spiegano da Peepul – segna l’inizio delle attività previste dal progetto, ma per i nostri ragazzi, cittadini e tecnici del futuro, rappresenta un primo momento di incontro con i testimonial e gli esperti, oltreché di crescita, perché diventi naturale, per loro, “pensare” a costruire le città senza emarginare chi ha bisogno di aiuti semplici da realizzare».
All’incontro interverranno Paolo Valerio, delegato del Rettore per la Disabilità all’Università Federico II di Napoli e direttore del Centro di Ateneo SINAPSI (Servizi di Inclusione Attiva e Partecipata degli Studenti); Ileana Esposito (Peepul); Raimondo Di Donna (Associazione Insieme di Torre del Greco); Mariagrazia Campa (AIAS Teresa Baiano di Quarto-Associazione Italiana Assistenza agli Spastici); Liana De Filippis (OSM-Ospedali Senza Mura di Napoli); Paola Maonorchio (Croce Rossa Italiana di Napoli e Provincia); Alessandro Pepino (SINAPSI dell’Università Federico II); Giuseppe Trieste (FIABA, Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche-ANTHAI, Associazione Nazionale Tutela Handicappati e Invalidi); i Dirgienti Scolastici degli Istituti Tecnici Archimede, Leonardo da Vinci e Pareto. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Simonetta de Chiara Ruffo (sdechiara@avkronos.com).

Stampa questo articolo