Una bella opportunità per le strutture turistiche del Veneto

È quella di accrescere il proprio mercato, partecipando al progetto della Regione Veneto “Sviluppo del turismo sociale e accessibile”, basato sull’individuazione di una rete di strutture in grado di rispondere a tutte le esigenze specifiche, a partire da quelle delle persone con disabilità. A raccogliere e ad elaborare i dati è Village for all (V4A®), la rete che conferisce il marchio di qualità internazionale dell’ospitalità accessibile

Gitando.all 2011: Roberto Vitali intervista Alex Zanardi

Roberto Vitali (qui in una foto con Alex Zanardi), è il fondatore e il presidente di Village for all (V4A®), che sta curando per la Regione Veneto la raccolta e l’elaborazione dei dati utili al Progetto “Sviluppo del turismo sociale e accessibile”

Dal 2011 la Regione Veneto ha avviato il progetto denominato Sviluppo del turismo sociale e accessibile, basato sull’individuazione di una rete di strutture di interesse turistico, in grado di rispondere a tutte le esigenze specifiche, ovvero a quelle delle persone con disabilità motoria o più in generale con ridotta mobilità (permanente o temporanea), delle persone con limitazioni sensoriali, alimentari, dei diabetici, dei dializzati e degli obesi, senza dimenticare quella grande fascia di popolazione costituita da anziani e famiglie con bambini.
La Società Veneto Promozione, dunque, ha avviato, su incarico della Regione, le necessarie operazioni di raccolta dati e a realizzarle tecnicamente presso le varie strutture, quale soggetto aggiudicatario di una procedura di gara, è Village for all (V4A®), la ben nota rete nata da un progetto tutto italiano, che conferisce il marchio di qualità internazionale dell’ospitalità accessibile, e che si avvale dell’innovativo sistema V4AInside, iniziativa a suo tempo ampiamente presentata anche dal nostro giornale, per raccogliere appunto ed elaborare i dati relativi all’accessibilità delle strutture turistiche nel modo più oggettivo e affidabile possibile.
«Oltre ad essere importante dal punto di vista sociale – spiegano da V4A® – questo progetto è una vera e propria opportunità per le imprese turistiche, perché possono affacciarsi a un mercato di 127 milioni di potenziali clienti. La partecipazione, per altro, è gratuita e volontaria e al termine della fase di monitoraggio verrà consegnato ad ogni imprenditore un elenco di consigli per migliorare l’accessibilità della propria struttura, sia dal punto di vista strutturale che di servizio». (S.B.)

Tutte le strutture turistiche del Veneto interessate a partecipare al Progetto Sviluppo del turismo sociale e accessibile lo possono fare (gratuitamente), accedendo a una pagina specifica di V4AInside, sito di Village for all (V4A®).
Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Silvia Bonoli (direzione@V4A.it).

Stampa questo articolo