Percorsi individualizzati per bambini sordociechi

Nell’àmbito di una collaborazione tra il CABSS (Centro Assistenza per Bambini Sordi e Sordociechi) e la Fondazione Nando Peretti, è in fase di avvio un programma d’intervento precoce, che consentirà ai bambini sordociechi di beneficiare di percorsi individualizzati, per rafforzarne e sfruttarne al meglio tutti i sensi, consentendo loro di acquisire modalità comunicativa adeguate alle loro esigenze. E anche i genitori potranno usufruire del medesimo programma

Bambina sordocieca

Una bimba sordocieca

Nell’àmbito di una collaborazione tra la ONLUS romana CABSS (Centro Assistenza per Bambini Sordi e Sordociechi) – da tempo impegnata nel supporto dei bambini sordi e sordociechi e delle loro famiglie – e la Fondazione Nando Peretti – che opera in varie parti del mondo, supportando tra l’altro programmi che promuovono i diritti umani, la difesa e l’educazione dei bambini, oltre alla ricerca medica – è in fase di avvio il programma di intervento precoce denominato Growing Step by Step. Multisensory Early Intervention for Deaf-blind Children (“Crescere passo dopo passo. Intervento precoce multisensoriale per bimbi e ragazzi sordo ciechi”), che consentirà ai bambini sordociechi, sotto la guida di professionisti CABSS, di beneficiare di percorsi individualizzatiall’interno di un laboratorio multisensoriale dotato di strumenti e materiali specializzati e innovativi – per rafforzarne e sfruttarne al meglio tutti i sensi, consentendo loro di acquisire modalità comunicativa adeguate alle loro esigenze.
Anche i genitori, per altro, potranno usufruiranno di tale programma di intervento precoce, attraverso un coinvolgimento attivo che permetterà loro di apprendere specifiche tecnicher e modalità di interazione e comunicazione con i propri figli. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@cabss.it (Stefania Fadda, direttore di CABSS e responsabile del Programma Growing Step by Step. Multisensory Early Intervention for Deaf-blind Children).

Stampa questo articolo