Appuntamenti in Veneto sull’autismo

Mentre a Treviso il 6 novembre verrà presentato ufficialmente un nuovo Sportello Autismo, durante il convegno intitolato “Disturbi dello spettro autistico: approccio cognitivo ed educativo”, nello stesso giorno, a Vicenza, prenderà il via il primo di vari percorsi formativi, rivolti da una parte a insegnanti e operatori scolastici, dall’altra a educatori professionali dei Centri Diurni e Residenziali, iniziative promosse dalla Fondazione Brunello

Bimbo con una mano sulla tastiera di un pianoforte«Negli Anni Novanta – ricorda Sonia Zen, presidente dell’ANGSA Veneto (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) – molti bambini con autismo hanno avuto per il loro Programma Educativo Personalizzato l’intervento di un consulente esterno esperto in educazione per l’autismo. Durante questo percorso, alcuni insegnanti hanno colto l’opportunità formativa e hanno imparato a lavorare con i loro allievi con autismo. I nostri Sportelli Autismo raccolgono queste esperienze fatte a scuola e diventano i depositari dei saperi, promuovendo le buone prassi nell’inclusione scolastica. Il primo di essi è nato a Vicenza, sotto la spinta della Fondazione Brunello, dell’ANGSA locale e dell’Associazione Autismo Triveneto, una realtà segnalata tra l’altro dal Ministero dell’Istruzione, auspicando esperienze analoghe in tutta Italia. Ora anche Treviso ufficializzerà il proprio Sportello Autismo, pure qui grazie alla spinta dell’ANGSA locale, che opera da più di vent’anni nella città della Marca».
L’occasione, dunque, per rendere pubblico questo importante passaggio si avrà giovedì 6 novembre, durante il convegno intitolato Disturbi dello spettro autistico: approccio cognitivo ed educativo, organizzato appunto dall’ANGSA di Treviso, insieme al CTI (Centro Territoriale Integrazione) di Treviso Centro, al CTI di San Polo di Piave e al CTI del Distretto n. 3 (Istituto Mazzotti, Via Tronconi, 1, Treviso, ore 9-17).

Tornando a Vicenza, nella città berica, lo ricordiamo, agisce la già citata Fondazione Brunello, che tra le altre iniziative, organizza regolarmente vari percorsi formativi, rivolti a diversi interlocutori e che per quest’anno prenderanno il via giovedì 6 novembre, concludendosi dopo molti mesi.
Si tratta esattamente di formazione rivolta a insegnanti e operatori delle scuole provinciali (quella A tema sarà la prima a partire, il 6 novembre appunto, presso l’Istituto Almerico da Schio di Vicenza, mentre quella Di base inizierà nel mese di marzo 2015, presso l’Istituto Bartolomeo Montagna di Vicenza) e a educatori professionali di Centri Diurni e Residenziali (su due diversi programmi, rispettivamente presso il Centro per l’Autismo di Vicenza, a partire dal 26 gennaio 2015 e all’Ospedale San Bassiano di Bassano del Grappa, dal 16 febbraio 2015). (S.B.)

È disponibile il programma completo del convegno di Treviso e anche quello di tutte le iniziative di formazione organizzate dalla Fondazione Brunello di Vicenza.
Per ulteriori informazioni e approfondimenti, contattare rispettivamente:
cti@besta.it
fondazione@fondazionebrunello.org
angsaveneto@gmail.com

Stampa questo articolo