- Superando.it - http://www.superando.it -

Anche grandi immagini, per sostenere la FISH

Campagna FISH "Persone, non pesi", dicembre 2014Ha preso il via, oggi, 1° dicembre, la campagna denominata Persone, non pesi, lanciata dalla FISH – la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap che opera dal 1994 con decine di iniziative a tutela dei diritti delle persone con disabilità, unendo le principali Associazioni italiane impegnate nel settore – in occasione della Giornata Internazionale ed Europea delle Persone con Disabilità del 3 dicembre, istituita per promuovere una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità, per sostenere la piena inclusione delle persone con disabilità in ogni àmbito della vita e per allontanare ogni forma di discriminazione e violenza.
In tal senso, pubblichiamo in calce una scheda di dati sulla disabilità, rispetto ai quali ogni commento è superfluo.
Ebbene, allo scopo di dare sempre più concretezza a quei princìpi, la FISH – da sempre impegnata per i diritti di tutte le persone con disabilità, nel lavoro, nello studio, per la partecipazione e l’autonomia – ha deciso quest’anno di far ruotare appunto attorno al 3 dicembre la propria campagna Persone, non pesi e da oggi fino all’8 dicembre, tutti possono compiere un gesto concreto di sostegno alla Federazione, donando 1 euro/2 euro o 5 euro tramite il numero telefonico 45593.

Va detto per altro che l’obiettivo della FISH è duplice: da una parte, infatti, trasferire all’opinione pubblica la consapevolezza che la compressione o la privazione dei diritti delle persone con disabilità ne provoca l’esclusione e la discriminazione, trasformando appunto quelle stesse persone in “pesi”. Dall’altra parte raccogliere risorse per progetti che consentano di fornire un’informazione autorevole e dettagliata alle persone con disabilità: infatti, solo con la consapevolezza dei propri diritti e delle proprie opportunità è possibile una reale inclusione e la partecipazione alla vita nella società.

Per riprendere il tema della campagna Persone, non pesi, è stato realizzato anche un efficace spot video, ideato da Wrong, prodotto da Moviefarm, diretto da Danae Mauro e interpretato da Giuseppe Lanino, riprende il tema della campagna, mentre la voce della nota attrice Lella Costa contraddistingue uno spot audio, prodotto da Studio Eccetera.
E ancora, a fianco della FISH vi è la Lega Calcio di Serie A, che dedicherà all’evento il fine settimana del 5-8 dicembre, con messaggi audio/video e striscioni negli stadi, senza dimenticare le Grandi Stazioni, società di servizi del Gruppo Ferrovie dello Stato e i Centri Commerciali del Gruppo IGD a Catania, Livorno, Guidonia (Roma), Milano e Quarto di Napoli.

Ma c’è anche un’importante “valore aggiunto d’immagine” a dare ulteriore sostanza all’iniziativa della FISH. Si tratta infatti della nuova edizione della mostra fotografica Nulla su di Noi senza di Noi!, ampiamente rinnovata e prodotta anche in versione video (curato da Moviefarm), con la collaborazione di Contrasto, che racconta come le persone con disabilità «vivevano ieri, vivono oggi e talora riescono anche ad essere protagoniste», e che questa volta – prezioso regalo per tutti – si avvale degli scatti di grandi creatori d’immagine, come Gianni Berengo Gardin e Massimo Sciacca.
Attorno alla mostra (o alla video-mostra) ruoteranno numerosi eventi programmati in particolare per il 3 dicembre, che coinvolgeranno varie città italiane, da Roma a Milano, da Palermo all’Aquila e molte altre, come si può leggere nel box qui in calce pubblicato. (S.B.)

Nel sito dedicato all’iniziativa, sono disponibili tutti gli aggiornamenti e anche i materiali (spot radio, banner per siti ecc.) utili a coloro che vorranno sostenere l’iniziativa, amplificandone la diffusione. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Segreteria Nazionale FISH (presidenza@fishonlus.it); Ufficio Stampa FISH (ufficiostampa@fishonlus.it).

Come sostenere la campagna della FISH Persone, non pesi
° Il valore della donazione alla FISH, tramite il numero solidale 45593, è di 1 euro per ciascun SMS inviato da cellulare personale TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca; è invece di 2 euro anche per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TeleTu e TWT e di 2 e 5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia e Fastweb.
° Oltre poi che con il numero solidale 45593, si può sostenere la FISH anche con un versamento sul conto corrente bancario della stessa FISH, presso la Banca Popolare Commercio Industria (IBAN IT81C0504801672000000038939).
° Inoltre, tramite UBI Banca, clienti e non clienti possono sostenere la FISH direttamente in filiale, effettuando un bonifico con azzeramento delle commissioni, oppure, per i clienti che hanno attivato l’internet banking Qui UBI, utilizzando la funzione Bonifico per iniziative solidali.
° Sempre UBI Banca, dal 24 novembre al 31 dicembre 2014, ha posto in collocazione specifici Social Bond. Lo 0,50% del valore nominale di tali obbligazioni andrà a sostegno dei progetti della FISH.

La mostra fotografica (e la video-mostra) Nulla su di Noi, senza di Noi!
Come già accennato, la nuova edizione della mostra fotografica Nulla su di Noi, senza di Noi! è ampiamente rinnovata ed è stata prodotta anche in versione video (curato da Moviefarm), con la collaborazione di Contrasto, sempre per raccontare come le persone con disabilità «vivevano ieri, vivono oggi e talora riescono anche ad essere protagoniste». Inoltre – prezioso regalo per tutti – essa si avvale degli scatti di due grandi creatori d’immagine, come Gianni Berengo Gardin e Massimo Sciacca.
Mentre a Palermo, Ragusa e Palazzolo Acreide (Siracusa), la mostra è presente in questi giorni in forma “stabile” (su pannelli), in numerose altre città è in programma la proiezione della video-mostra, sia nei Centri Commerciali del Gruppo IGD coinvolti per l’occasione (segnaliamo in particolare a Guidonia, presso Roma, la presenza il 3 dicembre del disegnatore Pietro Vanessi, coautore del libro Disabill Kill, recentemente presentato a Bologna), sia nell’àmbito di importanti eventi, cui di volta in volta parteciperanno prestigiosi esponenti istituzionali, accademici e del mondo della disabilità. Eccone l’elenco:
Martina Franca (Taranto), martedì 2 dicembre (Palazzo Ducale, ore 9.30), tavola rotonda Disabilità – Cittadinanza Attiva – Inclusione, promossa dalla FISH Puglia, con la partecipazione, tra gli altri, dell’europarlamentare Elena Gentile, dell’assessore al Welfare e alla Sanità della Puglia Donato Pentassuglia, del presidente nazionale della FISH Vincenzo Falabella, di quello della FISH Puglia Marcello Stefanì e del presidente della FINCOPP (Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico) Francesco Diomede (se ne legga il programma completo).
Roma, mercoledì 3 dicembre (Palazzo delle Esposizioni, Via Milano, 9/a, ore 9.30-18), incontro intitolato Sviluppo sostenibile: la promessa della tecnologia. Inclusione e pari opportunità per le persone con disabilità, promosso da FISH Lazio, AVI Roma (Agenzia per la Vita Indipendente) ed ECAD (Ebraismo Culture Arti Drammatiche), del quale ci occuperemo in uno spazio a parte, e durante il quale verrà tra l’altro anche presentato il libro La mia storia ti appartiene: 50 persone con disabilità si raccontano (se ne legga il programma completo).
Milano, mercoledì 3 dicembre (Urban Center, Galleria Vittorio Emanuele, ore 18), incontro dedicato ai diritti e alla storia del movimento delle persone con disabilità, a cura della LEDHA (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità), componente lombarda della FISH. “Ospiti d’onore” proprio i creatori d’immagine Gianni Berengo Gardin e Massimo Sciacca, protagonisti della mostra fotografica Nulla su di Noi, senza di Noi! (se ne legga il programma completo).
Aosta, mercoledì 3 dicembre (Sala Conferenze Centro Servizi Volontariato Coordinamento Solidarietà Valle d’Aosta, Via Xavier de Maistre, 19, ore 18). «In Valle d’Aosta – scrivono i promotori dell’incontro durante il quale verrà dato spazio alla video-mostra FISH – per la prima volta si è deciso di organizzare un’iniziativa che vuole porre al entro le persone e le passioni. Alcune persone hanno accolto l’invito a raccontarsi. È grazie alla loro disponibilità che possiamo realizzare questo momento di riflessione e conoscenza» (si legga il programma completo).
l’Aquila, mercoledì 3 dicembre (Palazzetto dei Nobili, ore 17), tavola rotonda sulle politiche sociali territoriali e regionali, promossa dal Coordinamento Associazioni Disabili dell’Aquila, cui insieme al presidente di quest’ultimo, Massimo Prosperococco, vi sarà anche, tra gli altri, il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente (si legga il programma completo).
Sassari, mercoledì 3 dicembre (Palazzo di Città, ore 17-22), la proiezione della video-mostra FISH sarà solo uno dei vari momenti previsti, all’insegna della fotografia, del teatro e della musica, oltre all’incontro-dibattito sul tema dei diritti delle persone con disabilità, moderato da Francesca Arcadu, presidente della UILDM di Sassari (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) e consigliere comunale della città sarda (si legga il programma completo).
Palermo, mercoledì 3 dicembre (Sala degli Specchi del Teatro Politeama, Via Amari, ore 16), incontro-dibattito sullo Stato della disabilità in Sicilia, promosso dalla FISH, in collaborazione con il Coordinamento H per i Diritti delle Persone con Disabilità nella Regione Siciliana e con il supporto di AIFI Sicilia (Associazione Italiana Fisioterapisti), AISM Sicilia (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), Auser Sicilia e Federazioni Logopedisti Italiani Sicilia.
Lamezia Terme (Catanzaro), mercoledì 3 dicembre (Sede della FISH Calabria, Via dei Bizantini, 95, ore 11.30), conferenza stampa della FISH Calabria, per centrare l’attenzione sulla situazione delle persone con disabilità della Calabria.
Repubblica di San Marino, mercoledì 3 dicembre (Sala Cleopatra del Best Western Palace Hotel di Serravalle, ore 15), conferenza internazionale Tuttavia… liberi di scegliere! (si legga il programma completo).

– E anche:
° Genova, 1-7 dicembre
(Atrio di Palazzo Ducale)
° Legnano (Milano), 3 dicembre, Palazzo Leone da Perego (Via Monsignor Gilardelli, 10, ore 20.30)

° Ascoli Piceno, 1-7 dicembre (in collaborazione con il Comune di Ascoli Piceno, proiezione della video-mostra nelle sale d’attesa dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico e del Municipio)
° Mantova, 3 dicembre (Cinema Mignon, Via Benzoni, 22, ore 20.45)
° Lodi, 4 dicembre (Sala Antonella Granata della Biblioteca Laudense, Via Solferino, 72, ore 18)
° Terni, 3 dicembre (Biblioteca Comunale, ore 11)
° A
sti, 3 dicembre (Aula Magna del Polo Universitario Asti Studi Superiori, Piazzale De Andrè/Corso Alfieri, 105, ore 15)
° Brugherio (Monza-Brianza), 3 dicembre (Via San Giovanni Bosco, 29, ore 21)
° Palazzolo Acreide (Siracusa), 3 dicembre (video-mostra itinerante nelle scuole)
° Cagliari, 3 dicembre (Facoltà di Psicologia dell’Università di Cagliari, ore 17)
° Potenza, 3 dicembre (Casa del Volontariato, ore 17)
° Caserta
° Perugia

Qualche dato sulla disabilità
a cura della FISH
Disabili: in Italia, secondo gli ultimi dati ISTAT disponibili, si stima che le persone con disabilità che vivono in famiglia siano circa 3,2 milioni, pari al 5,5% della popolazione di 6 anni e più, di cui oltre l’80% anziani e i due terzi donne.
Povertà: la presenza di una o più persone con disabilità in famiglia rappresenta una delle principali cause di impoverimento. Il 50,2% delle persone con limitazioni funzionali di 6 anni e più giudica scarse o insufficienti le risorse economiche della propria famiglia, a fronte del 38,4% registrato tra chi non ha limitazioni funzionali.
Donne: le donne con disabilità sono maggiormente esposte a molestie sessuali, violenze domestiche e sfruttamento di vario genere anche sul posto di lavoro. Sono due volte più a rischio – rispetto alle altre donne – di divorzio e separazione e, soprattutto nel caso abbiano una disabilità intellettiva, sono un obiettivo più facile di sfruttamento sessuale.
Scuola: ancora oggi il diritto allo studio è ostacolato da gravi forme di discriminazione, quali la mancanza di servizi di trasporto accessibili per raggiungere la scuola, la presenza di barriere architettoniche e culturali, la carenza di assistenza personale, l’ancora scarsa preparazione degli insegnanti, che spesso aumenta l’isolamento e la segregazione dell’allievo all’interno della classe.
Lavoro: la presenza di limitazioni funzionali ha un forte impatto sull’esclusione dal mondo lavorativo: infatti, solo il 16% delle persone con disabilità di 15-74 anni lavora, contro il 49,9% del totale della popolazione.
Salute: si incontrano ostacoli nelle strutture diagnostiche, riabilitative e sanitarie, ma soprattutto risulta ancora inadeguata la formazione del personale sanitario alla cura delle persone con problemi di comunicazione.
Trasporti: il sistema dei trasporti è ancora inadeguato per le persone anziane o con disabilità. Basti pensare, ad esempio, che le stazioni ferroviarie in cui esiste il servizio di accompagnamento sono appena 240 circa su 2.400.
Sport e tempo libero: il 15,2% delle persone con disabilità di 6 anni e più svolge una qualche attività fisica o sportiva, a fronte del 57,5% delle persone non disabili. Solo il 10,1% delle persone con disabilità sopra i 14 anni è andato al cinema, a teatro o a vedere qualche spettacolo nel corso dell’ultimo anno, rispetto al 21,3% delle persone senza disabilità.