Quando la solidarietà soggiorna in hotel

Sono circa seicento le “Camere Solidali” presenti negli alberghi del Gruppo Accor Italia, soggiornando nelle quali, fino al 14 dicembre, si contribuirà a sostenere un progetto della UILDM Milano (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), per l’inclusione scolastica dei bambini affetti da distrofie e altre malattie neuromuscolari

Camera d'albergoInteressante l’iniziativa di solidarietà denominata Aiuta con dolcezza, promossa dal gruppo alberghiero Accor Italia, in occasione della Solidarity Week 2014, la “Settimana Internazionale della Solidarietà” voluta a suo tempo dalle Nazioni Unite.
In questi giorni, dunque, e fino al 14 dicembre, è presente negli hotel Sofitel, MGallery, Novotel, Mercure, Ibis e Ibis Styles, su tutto il territorio nazionale, una “Camera Solidale”, soggiornando nella quale gli alberghi che hanno aderito all’iniziativa devolveranno il 30% del ricavato alla UILDM di Milano (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), per sostenerne un progetto volto all’inclusione scolastica dei bimbi affetti da distrofie e altre malattie neuromuscolari.
In totale si parla di circa seicento camere, messe a disposizione per ogni giorno di questa settimana, che saranno anche “addolcite” con deliziosi prodotti firmati Lindt, quale ringraziamento per avere scelto di prenotarle.
Contestualmente è in programma anche un Solidarity Day, con l’allestimento di un banchetto con prodotti Lindt presso la sede Accor di Milano, consentendo così anche ai collaboratori del Gruppo di contribuire alla donazione, sempre in favore della UILDM di Milano. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Giorgia Tardivo (tardivo@secrp.it).

Stampa questo articolo