Persone con disabilità che scoprono gli sport invernali

È organizzato dal CIP Emilia Romagna (Comitato Italiano Paralimpico) e dal Centro Protesi INAIL di Vigorso di Budrio (Bologna), lo stage sulla neve in programma dal 5 all’8 febbraio a Fanano, sull’Appennino modenese, che vedrà quindici persone con disabilità motoria scoprire la pratica dello sci alpino e di fondo, dello snowboard e dell’ice sledge hockey (hockey su ghiaccio con slittino)

Stage sulla neve 2014, CIP Emilia Romagna-Centro Protesi INAIL

Foto di gruppo per lo stage sulla neve promosso lo scorso anno dal CIP Emilia Romagna e dal Centro Protesi INAIL

Far provare lo sci alpino e di fondo, lo snowboard e l’hockey su ghiaccio a chi per un incidente sul lavoro ha subito una grave menomazione: si volgerà da giovedì 5 a domenica 8 febbraio a Fanano, sull’Appennino modenese, lo stage sulla neve organizzato dal CIP dell’Emilia-Romagna (Comitato Italiano Paralimpico) e dal Centro Protesi INAIL di Vigorso di Budrio (Bologna).
L’obiettivo principale è quello di fare avvicinare agli sport invernali gli assistiti della struttura di eccellenza nel campo della protesica e della riabilitazione e – perché no! – di trovare un futuro campione paralimpico.

All’iniziativa parteciperanno quindici persone seguite dal Centro Protesi creato dall’INAIL nel 1961 a pochi chilometri da Bologna.
Nel dettaglio del programma, dopo la partenza da Budrio del 5 febbraio, è previsto nel pomeriggio a Fanano un primo contatto con l’ice sledge hockey, l’hockey su ghiaccio con slittino. Poi, nella mattinata di venerdì 6, sci alpino e snowboard e nel pomeriggio una nuova lezione di ice sledge hockey, mentre in serata – pensando anche ai mesi estivi – verrà presentata la disciplina della vela accessibile, a cura di un tecnico della Federazione Italiana Vela. E ancora, sabato 7, la mattinata sarà nuovamente sulle piste di sci alpino e snowboard, mentre il pomeriggio sarà dedicato allo sci di fondo. Domenica 8, infine, ultima uscita sulla neve, con pranzo conclusivo offerto dagli alpini.

L’iniziativa si rivolge a persone con disabilità motoria, sia da amputazione che da lesione midollare. In base alle proprie caratteristiche, i partecipanti potranno sciare seduti o in piedi, utilizzando un monosci con seduta personalizzata oppure protesi speciali per lo sci e lo snowboard.
Dal canto suo, il team del Centro Protesi INAIL garantirà l’assistenza a persone e dispositivi tecnici e per i “principianti puri” vi saranno i maestri dello Sci Club Paralimpico Fanano e i tecnici della Federghiaccio, la Federazione Italiana degli Sport sul Ghiaccio.

Lo stage sulla neve rientra nel Progetto Sport ideato dal Centro Protesi INAIL e dal CIP Emilia Romagna, per diffondere la pratica sportiva tra le persone con disabilità.
Si tratta di un percorso collegato alla convenzione quadro nazionale tra INAIL e CIP, che ha portato tra l’altro all’apertura di uno sportello di informazione e orientamento all’interno del Centro Protesi di Vigorso di Budrio e alla realizzazione di un programma di attività sportive settimanali all’interno e all’esterno della struttura riabilitativa. Presso il Centro dell’INAIL, infatti, la pratica sportiva è inserita nel percorso riabilitativo, come supporto al progetto personalizzato del paziente, nella convinzione che lo sport sia indissolubilmente legato alla reale integrazione della persona con disabilità nel contesto sociale. (S.G.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Stampa CIP Emilia Romagna (Manfredi Liparoti), ufficiostampa@agendanet.it; Ufficio Stampa Centro Protesi INAIL (Simona Amadesi), s.amadesi@inail.it.

Stampa questo articolo