Autismo: la relazione possibile

Quella cioè tra famiglie, servizi e istituzioni, che sarà al centro degli eventi in programma dal 6 all’8 febbraio in Trentino, a partire dall’inaugurazione del Centro Porte Rosse di Rovereto, preceduta, sempre a Rovereto, dalla presentazione del nuovo libro di Gianluca Nicoletti e seguita da una tavola rotonda, oltreché da una giornata accessibile sulle nevi della Regione

Ragazzo con autismo insieme a un'educatrice

Ragazzo con autismo insieme a un’educatrice

È un percorso che si snoderà su diverse tappe, fino alla Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 aprile, quello promosso dalla Cooperativa Sociale Il Ponte di Rovereto (Trento), dal Laboratorio di Osservazione Diagnosi e Formazione dell’Università di Trento, dal Portale Autismo e da Needius, società roveterana che lavora per ideare e creare ausili destinati a persone con bisogni speciali e disabilità.
E la prima tappa sarà l’inaugurazione del Centro Porte Rosse, in programma sabato 7 febbraio a Lizzana di Rovereto (ore 10.30), nuovo servizio della Cooperativa Il Ponte, struttura che avrà lo scopo di rispondere in modo specifico ai bisogni delle persone con disturbo dello spettro autistico e delle loro famiglie.

«Porte Rosse – spiegano i promotori dell’iniziativa – nasce dalla collaborazione tra molte realtà: le istituzioni pubbliche, l’università, le famiglie, la scuola. Nasce quindi dal coinvolgimento delle realtà territoriali, quello che è il nostro punto fermo, permettendoci di interpretare la complessità dei bisogni e di valorizzare le competenze. Un luogo della comunità, dunque, una comunità fatta di persone, famiglie, istituzioni e servizi, e anche per questo l’inaugurazione dei prossimi giorni sarà un evento rivolto a tutti quei mondi che assieme a noi cooperano».
In tal senso, l’avvio di Porte Rosse sarà al centro di una tre giorni di eventi, a partire dalla presentazione prevista per venerdì 6 (Urban Center di Corso Rosmini, 58, Rovereto, ore 20.30) di Alla fine qualcosa ci inventeremo, secondo libro del giornalista e scrittore Gianluca Nicoletti, padre di un giovane con autismo e tra i promotori della comunità virtuale Insettopia. Di tale opera, lo ricordiamo, il nostro giornale si è già ampiamente occupato a suo tempo.

Nel pomeriggio di sabato 7, invece, vi sarà una tavola rotonda di approfondimento e discussione (Sala Conferenze del Museo d’Arte Moderna e Contemporanea-MART di Rovereto, Corso Bettini, 43, ore 14.30), che dopo i saluti di Donata Borgonovo Re, assessore alla Salute e alla Solidarietà Sociale della Provincia Autonoma di Trento, sarà divisa in due parti, la prima delle quali dedicata al tema Ricerca, Famiglie, Istituzioni, introdotta e moderata dal giornalista Paolo Ghezzi.
Vi interverranno Luigi Mazzone dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, Francesco Barale dell’Università di Pavia, Dario Ianes della Libera Università di Bolzano, co-fondatore del Centro Studi Erickson di Trento, il citato Gianluca Nicoletti e Paola Venuti dell’Università di Trento.
Nella seconda parte, invece, si parlerà di Servizi (Diritti, Bisogni, Competenze, Innovazione) e i lavori saranno introdotti e moderati da Paola Venuti. Parteciperanno poi Antonella Tofano dell’Associazione Autismo Triveneto, Monica Caviglia della Cooperativa Marta, Centro Autismo – Fondazione Il Tiglio di Pavia, Filippo Simeoni della Cooperativa Il Ponte e Jacopo Romani di Needius.

Chiusura in bellezza, infine, domenica 8, con una giornata accessibile sulla neve, dedicata alle famiglie che vorranno scoprire il Trentino in tutta tranquillità. (S.B.)

Si segnala che presso l’Aula Didattica del MART di Rovereto, durante la tavola potonda di sabato 7, vi sarà un laboratorio espressivo aperto (su prenotazione) ai figli delle famiglie che parteciperanno alla tavola rotonda stessa. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@portale-autismo.it.

Stampa questo articolo