Inchiostro rosso

È questo il titolo dell’incalzante “medical thriller” pubblicato dal napoletano Giuseppe Petrarca, che sotto forma di giallo, pone in evidenza manovre illecite da parte delle multinazionali del farmaco, volte a manipolare la salute pubblica. Il libro verrà presentato oggi, a Caserta, nel corso di un incontro cui parteciperà anche Federhand/FISH Campania (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap)

Copertina del libro "Inchiostro rosso"È certamente un tema “scottante” e sempre di grande attualità, quello di Inchiostro rosso, incalzante “medical thriller” dato alle stampe per i tipi dell’editore napoletano Graus (Collana “Tracce”), che sotto forma di giallo, pone in evidenza manovre illecite da parte delle multinazionali del farmaco, volte a manipolare la salute pubblica.
A pubblicarlo è stato Giuseppe Petrarca, cinquantenne napoletano, occupato in àmbito assicurativo, con una buona esperienza nel campo della valutazione dei rischi, della prevenzione e della protezione della sicurezza aziendale, ma impegnato anche in àmbito umanitario, collaborando ad esempio con l’organizzazione Medici senza Frontiere.

Il romanzo verrà presentato oggi, 23 marzo a Caserta, presso la locale Libreria La Feltrinelli (Corso Trieste, 154, ore 17.30), nel corso di un incontro promosso dall’editore, insieme alla rete Le Piazze del Sapere – Terra di Lavoro, e in collaborazione anche con Federhand/FISH Campania (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), il Forum del Terzo Settore di Caserta, il Centro di Servizio per il Volontariato Provinciale Asso.Vo.Ce. e le Associazioni Pianeta Cultura e Amici Città della Scienza.

Con l’autore Giuseppe Petrarca, interverranno per l’occasione Lucia Esposito, componente della Sesta Commissione Consiliare della Regione Campania (Istruzione e Cultura, Ricerca Scientifica e Politiche Sociali), Pasquale Iorio, portavoce del Forum del Terzo Settore di Caserta, Daniele Romano, presidente di Federhand/FISH Campania e Carlo Spirito di Federconsumatori. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: federhand.fishcampania@gmail.com.

Stampa questo articolo