L’Expo patrocinerà il Festival del Volontariato

«Siamo lieti di avere costruito un ponte con l’Expo di Milano, evento che catalizzerà l’attenzione mondiale sulle sfide più importanti del nostro mondo, con numerosi agganci al prezioso impegno e i problemi che il volontariato incontra ogni giorno nel suo operare»: lo dichiara Edoardo Patriarca, presidente del Centro Nazionale per il Volontariato, l’organizzazione che dal 16 al 19 aprile promuoverà il Festival del Volontariato di Lucca

Logo del Festival del Volontariato 2015Anche l’Expo di Milano patrocinerà il quinto Festival del Volontariato, manifestazione organizzata dal CNV (Centro Nazionale per il Volontariato), che dopo il successo della scorsa edizione, con oltre 32.000 presenze in quattro giorni, si svolgerà anche quest’anno a Lucca, dal 16 al 19 aprile, in media partnership con la sezione sociale del «Corriere della Sera», «Tg1 – Fa’ la cosa giusta», «Il Giornale della Protezione Civile.it», «Famiglia Cristiana», «Vita», «Altreconomia» e «Welfareweb».
La manifestazione verrà presentata ufficialmente il 26 marzo, in occasione di una conferenza stampa presso la Camera dei Deputati di Roma.

Il programma culturale del Festival di quest’anno – che si svilupperà all’insegna del messaggio Visioni europee. Le radici superano i confini – affronterà alcuni dei temi più sensibili per il mondo del Terzo Settore e non solo: dai giovani alla cooperazione internazionale, dalla protezione civile alle adozioni, dal carcere alla disabilità, dall’immigrazione al lavoro e alla responsabilità sociale d’impresa.
«L’Expo – sottolinea Edoardo Patriarca, deputato e presidente del CNV – rappresenta una grande opportunità di riflessione per il futuro del pianeta. Siamo quindi lieti di aver costruito un ponte con il Festival del Volontariato. Il grande evento di Milano, infatti, che verrà inaugurato proprio pochi giorni dopo la chiusura del Festival, catalizzerà l’attenzione mondiale sulle sfide più importanti del nostro mondo, con numerosi agganci al prezioso impegno e i problemi che il volontariato incontra ogni giorno nel suo operare».

Tra i punti comuni delle due manifestazioni, ci sarà ad esempio quello della sostenibilità nella filiera della produzione di cibo. Oltre poi alle “classiche” questioni riguardanti il Terzo Settore, il Festival di Lucca coinvolgerà delegazioni ufficiali, come quella della Bielorussia, e rappresentanti istituzionali a tutti i livelli, affrontando direttamente i temi del turismo e della cultura, valorizzando gli stili di vita rispetto all’educazione e al patrimonio alimentare e ambientale dei territori. (S.B.)

Per ulteriori notizie e approfondimenti, accedere al sito del Festival del Volontariato. Per ulteriori informazioni: ufficio stampa@centrovolontariato.net.

Stampa questo articolo