Il grande tennis di Cuneo: sedici anni e non sentirli

Anche nell’anno che precede le Paralimpiadi, periodo in cui gli atleti tendono a risparmiare le energie, sta per incominciare il 26 marzo a Cuneo un Torneo Internazionale di Tennis in Carrozzina “Alpi del Mare” in cui i grandi nomi, italiani e stranieri, non mancheranno di certo. «Sedici anni e non sentirli», ha dichiarato l’Assessore allo Sport del Comune di Cuneo, riferendosi a un evento che è la più longeva manifestazione di tennis in carrozzina in Italia

Presentazione del Torneo di Cuneo

Un’immagine della conferenza stampa di presentazione del 16° Torneo Internazionale di Tennis in Carrozzina “Alpi del Mare – Trofeo Città di Cuneo”. Da sinistra: Remo Merlo e Mario Rosso (Associazione Polisportiva PASSO), Valter Fantino, assessore allo Sport del Comune di Cuneo e Paolo Ponzio, direttore del torneo

Sono ore di vigilia a Cuneo, per il 16° Torneo Internazionale di Tennis in Carrozzina Alpi del Mare – Trofeo Città di Cuneo, che si disputerà appunto nella città piemontese da giovedì 26 a domenica 29 marzo (Circolo Tennispark al coperto del Parco della Gioventù), sempre a cura della locale Associazione Polisportiva PASSO (Promozione Attività Sportiva Senza Ostacoli).

«Malgrado il persistere della crisi economica – ha dichiarato durante la conferenza stampa di presentazione Remo Merlo dell’Associazione PASSO – si è riusciti a completare un tabellone di trentadue atleti, divisi in Main Draw e Second Draw [tabellone principale e tabellone secondario, N.d.R.]. Un’importante traguardo, dato che questo è l’anno pre-paraolimpico e gli atleti per certi versi tendono a risparmiare le energie. Purtroppo mancherà il tabellone femminile, poiché la Federazione Internazionale ha autorizzato nello stesso periodo l’organizzazione delle qualificazioni femminili per la Coppa del Mondo in Turchia».
«Sedici anni e non sentirli», ha commentato dal canto suo Valter Fantino, assessore allo Sport del Comune di Cuneo, riferendosi a un evento che, oltre ad essere la più longeva manifestazione di tennis in carrozzina d’Italia, ringiovanisce anno dopo anno e cresce, malgrado i continui tagli dell’Amministrazione al settore sociale e agli eventi sportivi.
Il presidente dell’Associazione Passo Mario Rosso ha ribadito poi il concetto che questo torneo «invita alla comprensione di un’importante messaggio: la lotta e la vittoria sull’ostacolo, poiché lo sport è un mezzo d’integrazione formidabile».
Il direttore del torneo Paolo Ponzio ha evidenziato infine la presenza di grandi atleti internazionali di alto calibro, ad iniziare dal francese Frederick Cattaneo, che ha esordito a Cuneo anni fa ed ora è arrivato al quattordicesimo posto del ranking mondiale. In tal senso, Ponzio si è dichiarato entusiasta di dirigere una manifestazione che ogni anno ospita sempre nuovi tennisti e che rivede il grande ritorno degli spagnoli, tra cui il giovanissimo Martin de la Puente (classe 1999).
Assente illustre sarà invece quest’anno il campione italiano Fabian Mazzei, infortunatosi a una spalla, mentre è stata confermata la presenza di altri connazionali di nome, come Luca Spano e Luca Arca.

Detto infine che le gare saranno dirette dal giudice arbitro Francesco Nardi, supportato da Federico Gonella, non resta che ricordare il ringraziamento di Remo Merlo al Questore di Cuneo, presente alla conferenza stampa di presentazione, insieme alle altre autorità militari e anche a una rappresentanza del Comitato Locale della CRI (Croce Rossa Italiana).
Un ringraziamento particolare è andato a Enrico Tommasi, direttore della Sede INAIL di Cuneo, che si appresta a stringere una collaborazione con lo sport senza ostacoli, grazie a una Convenzione Quadro siglata tra INAIL e CIP (Comitato Italiano Paralimpico), con l’apertura in sede territoriale di uno sportello informativo per l’avviamento alle attività sportive. (Dorotea Maria Guida)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: doroteamariaguida@yahoo.it.

Stampa questo articolo