L’inclusione che passa per le porte dell’ANFFAS

È infatti sostanzialmente questo il senso delle tante iniziative che in tutta Italia caratterizzeranno l’Ottavo “ANFFAS Open Day” del 28 marzo, voluto per celebrare la Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, evento, quest’ultimo, promosso e organizzato dall’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), che si svolgerà tra l’altro nello stesso giorno in cui tale Associazione compirà 57 anni

Locandina dell'"ANFFAS Opne Day" del 28 marzo 2015Laboratori didattici, visite guidate per gli studenti, proiezioni di videodocumentari, tavole rotonde e dibattiti sulle Malattie Rare e sulla disabilità intellettiva, con la collaborazione della Fondazione Telethon, incontri sul progetto individuale, mostre fotografiche, attività di musicoterapia, inaugurazioni di nuovi centri, presentazione di nuovi progetti: questo e tanto altro sarà l’ANFFAS Open Day del 28 marzo, iniziativa voluta per celebrare la Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, evento promosso e organizzato per l’ottava volta dall’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), che si svolgerà tra l’altro nello stesso giorno in cui l’Associazione compirà il 57° anno dalla propria fondazione.

Un nuovo Open Day, quindi, dedicato all’informazione e alla sensibilizzazione sui temi della disabilità intellettiva e/o relazionale, che vedrà protagoniste le oltre 250 strutture associative presenti sul territorio nazionale – insieme alle 1.000 strutture circa in cui l’ANFFAS si prende cura e carico di oltre 30.000 persone con disabilità e dei loro familiari – che il 28 marzo apriranno appunto le porte dei propri servizi e delle proprie sedi, per accogliere tutti coloro che vorranno trascorrere una giornata all’insegna dell’inclusione sociale.
Dal Nord al Sud dell’Italia, infatti, sono previste numerose attività e proposte per coinvolgere quante più persone possibile e portarle a conoscere in maniera diretta la realtà del mondo della disabilità intellettiva e/o relazionale, con la partecipazione attiva delle stesse persone con disabilità, dei soci, degli operatori, dei volontari e di quanti operano con e per l’ANFFAS.
«Tutti i cittadini – sottolineano dall’ANFFAS stessa – sono quindi invitati a partecipare a questa grande festa e a conoscere la nostra Associazione, le famiglie e gli amici che la compongono e le tante attività e iniziative che quotidianamente vi si svolgono, con l’obiettivo di combattere stereotipi, pregiudizi e discriminazioni e promuovere pari opportunità in ogni àmbito della società. Vi aspettiamo a braccia aperte e… a porte spalancate!». (S.B.)

Per maggiori notizie, per avere l’elenco completo delle manifestazioni che saranno organizzate e i contatti delle strutture locali aderenti alla manifestazione, consultare il sito dell’ANFFAS Nazionale. Per ulteriori informazioni: comunicazione@anffas.net.

Stampa questo articolo