Identità sessuale e disabilità

Uno spettacolo teatrale questa sera, 27 marzo, e una tavola rotonda in programma per domani, 28 marzo, nel tentativo di “de-tabuizzare” – ovvero di “liberare dai tabù” – il tema della sessualità e dell’affettività delle persone con disabilità: sono queste le iniziative proposte a Lugnano in Teverina (Terni), dalla locale Associazione Pro Luchiano-Croce Verde, nell’àmbito del Progetto “Up&Down”, coordinato da Corrado Sorbara

Immagine scelta a corredo della locandina di un convegno tenutosi a Cagliari del 13 settembre 2014

L’immagine scelta a corredo della locandina di un convegno sulla sessualità e l’affettività delle persone con disabilità, tenutosi a Cagliari nel 2014

Dapprima questa sera, 27 marzo (Spazio Fabbrica, ore 21, ingresso libero), lo spettacolo teatrale Tabù, diretto da Corrado Sorbara e portato in scena dalla Compagnia InStabile di Porchiano (Terni), quindi domani, sabato 28, la tavola rotonda intitolata Identità sessuale e disabilità. Diritti e prospettive (Sala Consiliare del Comune, ore 9.30-13, ingresso libero): è questa la due giorni tutta dedicata al tema Sessualità e disabilità, promossa a Lugnano in Teverina (Terni) dalla locale Associazione Pro Luchiano-Croce Verde, nell’àmbito del Progetto Up&Down.
Quest’ultima è un’iniziativa nata tramite un bando della Regione Umbria, con l’obiettivo di «dare voce a un diritto fondamentale delle persone con disabilità – come spiega il coordinatore Corrado Sorbara – che è quello alla sessualità e all’affettività, sancito anche dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità (articolo 23). In particolare, vorremmo cercare di “de-tabuizzare” l’argomento, convinti come siamo che si debba incentivare la conoscenza dell’espressione affettiva e sessuale, in modo tale da consentire a ogni persona di tradurre a livello comportamentale ciò che ritiene sia la propria affettività  esessualità».

Alla tavola rotonda del 28 marzo interverranno Gianluca Filiberti, sindaco di Lugnano in Teverina, Gianfranco Santacroce, vicepresidente dell’Associazione Pro Luchiano-Croce Verde, Domenico Iannetti, psicologo e sessuologo, Chiara Cardinali, psicologa, sessuologa e criminologa, Nicoletta Valenti dell’Unità Operativa Centri Diurni e Residenziali dell’ASL 2 di Terni ed Emanuele Pasero, responsabile del CIRP di Porchiano (Centro Diurno di Integrazione e Riabilitazione).
A moderare l’incontro sarà il già citato Corrado Sorbara, che oltre a coordinare il Progetto Up&Down, è anche trainer e regista di teatro sociale.

Due parole, infine, sull’Associazione Pro Luchiano-Croce Verde, nata nel 1986 con I’intento di riunire tutti coloro che vogliono adoperarsi “volontariamente” per iniziative sociali verso persone bisognose. Essa effettua giornalmente servizi per persone con disabilità presso ospedali, case di cura, studi medici e centri di riabilitazione, aggregando cittadini, associazioni, enti e istituzioni sui problemi della vita civile e dei diritti sociali e culturali. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Corrado Sorbara (sorbara.corrado@alice.it).

Stampa questo articolo