Campania: ricominciare a parlare di lavoro e disabilità

Ha sì l’importante obiettivo di informare i cittadini sulle imminenti scadenze previste in Campania per le cosiddette “categorie protette”, ma a più ampio respiro, l’incontro di oggi, 30 marzo, a Napoli, promosso dalle Federazioni Federhand/FISH Campania e dalla FAND Regionale, si propone di far tornare a parlare concretamente di inserimento lavorativo delle persone con disabilità, anche attraverso una serie di testimonianze dirette

Donna in carrozzina al lavoro a una scrivaniaUn obiettivo “tecnico” – informare cioè i lavoratori con disabilità e le associazioni dell’imminente scadenza (10 aprile) per l’aggiornamento dei dati delle cosiddette “categorie protette”, pena l’esclusione dalle graduatorie, come avevamo riferito qualche settimana fa – e un obiettivo “politico”, ovvero, come spiega Daniele Romano, presidente di Federhand/FISH Campania (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), «ricominciare a parlare concretamente del tema dell’inserimento lavorativo delle persone con disabilità, facendolo attraverso le esperienze dirette – negative e positive che siano – che hanno vissuto o che stanno tuttora vivendo sia i lavoratori con disabilità che le associazioni».
Questi son o gli scopi dell’incontro intitolato Lavoro e Disabilità: un dialogo alla pari, promosso dalla stessa Federhand/FISH Campania, insieme alla FAND Regionale (Federazione tra le Associazioni Nazionali di Persone con Disabilità), presieduta da Aldo De Biase e con l’ENS Campania (Ente Nazionale dei Sordi) di Camillo Galluccio, per oggi, 30 marzo, a Napoli (Sala della Solidarietà e della Pace della II Municipalità, Piazza Dante, 93, ore 15.30).

All’incontro – introdotto da Gianluca De Vincentiis, consigliere della II Municipalità di Napoli e moderato da Giampiero Griffo, responsabile della Sezione sulle Diversità della Biblioteca Nazionale di Napoli, oltreché alto esponente di DPI (Disabled Peoples’ International), organizzazione aderente alla FISH – ha già confermato la presenza di una propria rappresentanza la Direzione del Lavoro della Città Metropolitana di Napoli.
Insieme poi al presidente della Regione Campania Stefano Caldoro e all’assessore regionale al Lavoro e alla Formazione Professionale Severino Nappi, sono stati invitati anche alcuni Consiglieri Regionali componenti della Terza Commissione Regionale Permanente Attività Produttive, Programmazione, Industria, Commercio, Turismo, Lavoro ed altri Settori Produttivi (il presidente Giovanni Baldi, il vicepresidente Angelo Consoli, Antonio Marciano e Corrado Gabriele, già assessore regionale), e gli esponenti delle principali organizzazione sindacali.
Come poi accennato inizialmente, sono previste anche alcune testimonianze dirette riguardanti casi di inserimento lavorativo – mancato o meno – da parte di persone con disabilità (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: federhand.fishcampania@gmail.com.

Stampa questo articolo