Per un turismo accessibile e flessibile

Un monitoraggio/mappatura delle Cooperative Sociali e delle realtà associative che nel Veneto svolgono servizi orientati ai turisti con “bisogni speciali”, per creare un circuito in grado di promuovere un’ospitalità responsabile, innovativa e rispettosa della dignità della persona: questo si propone un progetto che sarà al centro di un convegno in programma per l’8 aprile a Thiene (Vicenza)

Turisti con disabilità

Turisti con disabilità

«Il progetto di eccellenza Turismo sociale ed accessibile, promosso dall’Assessorato al Turismo della Regione Veneto [se ne legga già anche su queste pagine, N.d.R.], prevede iniziative di sperimentazione e diffusione delle buone prassi (best practices) del turismo accessibile in collaborazione con le Aziende ULSS del territorio. Con Cooperazione sociale e associazionismo per un turismo accessibile e flessibile, l’Associazione Volontariato in Rete, Ente Gestore del Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia di Vicenza, si pone l’obiettivo di realizzare un monitoraggio/mappatura delle Cooperative Sociali e delle realtà associative che nel Veneto svolgono servizi orientati ai turisti con “bisogni speciali”. Bisogni, questi, non solo per criteri di accessibilità dei luoghi, ma soprattutto per attenzione a chi necessita di alimentazioni particolari, mezzi adeguati per gli spostamenti, strutture accoglienti, accesso a percorsi attrezzati e adeguati, visita di luoghi di interesse culturale, per godere tutti delle ricchezze del Veneto. Chi ha bisogni speciali, infatti, è un segmento di mercato che ancora non trova particolari attenzioni, ma che senza dubbio porta a una maggiore qualità di vita e fruibilità dei servizi a chi vuole viaggiare, diventando al tempo stesso una concreta opportunità occupazionale».
Così Daniela Carraro, direttore generale dell’Azienda ULSS 4 Alto Vicentino, presenta il convegno intitolato Cooperazione sociale e associazionismo per un turismo accessibile e flessibile, in programma per mercoledì 8 aprile a Thiene, in provincia di Vicenza (Sala Convegni del Centro Sanitario Polifunzionale, Via Boldrini, 1, ex Ospedale, ore 9.30-12.30), voluto appunto allo scopo di «avviare un circuito per ospitare turisti con bisogni speciali, accessibilità e servizi idonei per tutti, una cultura dell’ospitalità responsabile, innovativa e rispettosa della dignità della persona», come si legge ancora nella presentazione dell’incontro.

Aperto dalla stessa Carraro, insieme a Robertino Cappozzo, sindaco di Lugo Vicentino e presidente della Conferenza dei Sindaci dell’ULSS 4, Giovanni Casarotto, sindaco di Thiene e Marco Gianesini, presidente della Federazione Provinciale di Vicenza di Volontariato in Rete, il convegno sarà moderato dal giornalista Franco Pepe.
Vi interverranno Marino Finozzi, assessore al Turismo e al Commercio Estero della Regione Veneto (Quali opportunità per un turismo responsabile, accessibile e sostenibile per la Regione Veneto); Nazzareno Leonardi, presidente dell’Associazione Pedemontana.Vi Turismo (Un territorio che valorizza bellezze e tradizioni per tutti da conoscere e vivere viaggiando); Emanuele Cattelan, presidente del Mandamento di Thiene della Confcommercio (Il valore della formazione degli operatori ad accogliere il turista con un bisogno in più).
È poi prevista la presentazione di alcune esperienze, nel corso della sessione intitolata …dalla mappatura alla valorizzazione delle buone pratiche per un’offerta turistica accessibile per tutta la Regione del Veneto, con la partecipazione di Maria Rita Dal Molin, coordinatrice del Centro di Servizio del Volontariato della Provincia di Vicenza, Elisabetta Tonini, presidente dell’Associazione In viaggio con te (in rete con le Associazioni vicentine per l’autismo), Luciano Bedin, presidente della Cooperativa Primavera 85 e Matteo Villanova Rizzetto, coordinatore del Portale Easy Veneto.
Seguirà l’intervento dell’albergatore Antonio Valente (Vivere il territorio… una risorsa per Tutti!), mentre le conclusioni saranno tratte da Alberto Leoni, direttore dei Servizi Sociali nell’Azienda ULSS 4 Alto Vicentino. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Maria Grazia Bettale (Ufficio Rapporti con il Volontariato dell’Azienda ULSS 4 Alto Vicentino), grazia.bettale@ulss4.veneto.it.

Stampa questo articolo