Giovani con sindrome di Down insieme al Corpo Forestale

Sono i giovani dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), che partecipano al progetto di collaborazione avviato nell’autunno dello scorso anno tra la stessa AIPD e il Corpo Forestale dello Stato, nelle cui Riserve vengono formati alla cura del territorio e come supporto durante le visite delle scolaresche. Dopo l’avvio a Castel Volturno (Caserta), in questi giorni parte la seconda tappa, presso la Riserva di Pieve Santo Stefano (Arezzo)

Progetto di collaborazione tra Corpo Forestale dello Stato e AIPD (Associazione Italiana Persone Down)

Alcuni giovani dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), coinvolti nel progetto di collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato

Ha preso il via presso la Riserva di Pieve Santo Stefano (Arezzo) del Corpo Forestale dello Stato, la seconda tappa del bel progetto di collaborazione avviato nell’autunno dello scorso anno tra lo stesso Corpo Forestale e l’AIPD, l’Associazione Italiana Persone Down, aderente alla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap).
Sono questa volta tre (Paolo, Alessandra e Chiara) i giovani con sindrome di Down dell’AIPD di Perugia impegnati per tre settimane nell’iniziativa e supportati da un’operatrice dell’Associazione. Essi lavoreranno per tre giorni alla settimana con un pernottamento nella Casa Verde di Città di Castello, appartamento dell’AIPD di Perugia. L’ultima settimana, invece, verranno coinvolti dal lunedì al venerdì, soggiornando nella foresteria del Corpo Forestale.
L’obiettivo di questa collaborazione è quello di formare giovani con sindrome di Down tra i 18 e i 30 anni, per collaborare come volontari a fianco dei Forestali, nella cura delle riserve e come supporto durante le visite delle scolaresche.
L’esperienza di Pieve Santo Stefano segue quella, tuttora attiva, di Castel Volturno (Caserta), dove stanno prestando servizio come volontari alcuni giovani con sindrome di Down dell’AIPD di Caserta. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampaaipd@gmail.com (Marta Rovagna).

Stampa questo articolo