La sordità: dalla diagnosi all’inclusione sociale

Una giornata di riflessione sui grandi temi legati alla sordità, per individuare una strategia comune in àmbito riabilitativo ed educativo e al tempo stesso per sensibilizzare le istituzioni pubbliche, l’ambiente sanitario, la scuola, il mondo del lavoro e i cittadini tutti, sui vari problemi connessi alla disabilità uditiva. Sarà questo il convegno del 15 maggio a Bologna, intitolato “La sordità: dalla diagnosi all’inclusione sociale”, organizzato dall’Associazione ASI e dall’Istituto IERFOP

Bimbo con la mano sull'orecchio destroUn’intera giornata di riflessione sui grandi temi legati alla sordità, con la partecipazione di persone e famiglie direttamente coinvolte in questa disabilità, insieme a clinici, accademici, pedagogisti, associazioni e istituzioni, per orientare e direzionare l’uditorio verso una conoscenza più profonda del problema e per riflettere sull’importanza di individuare una strategia comune in àmbito riabilitativo ed educativo, centrata sulla condivisione del percorso di cura e del progetto di vita delle persone non udenti: sarà questo il 2° Convegno intitolato La sordità; dalla diagnosi all’inclusione sociale, promosso per venerdì 15 maggio a Bologna (Sala Guido Fanti della Regione Emilia Romagna, Viale Aldo Moro, 50, ore 9-17.30) dall’Associazione ASI (Affrontiamo la Sordità Insieme) e dallo IERFOP (Istituto Europeo di Ricerca Formazione e Orientamento Professionale).
In generale, uno degli obiettivi fondamentali dell’incontro – patrocinato tra gli altri dalle Università di BolognaFerrara, Parma e Modena/Reggio Emilia e dalle Associazioni ENS (Ente Nazionale dei Sordi), ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili), FIADDA (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi) e Il Tesoro Nascosto di Carpi (Modena) – sarà quello di sensibilizzare le istituzioni pubbliche, la diagnostica, la sanità, la scuola, la normativa, il mondo del lavoro, le amministrazioni locali e i cittadini sui vari problemi legati alla disabilità uditiva.

Rimandando i Lettori al link con il dettaglio del programma, segnaliamo qui i partecipanti alla sessione finale – dedicata agli interventi dello IERFOP e delle Associazioni, e moderata da Giuseppe Paruolo, presidente della V Commissione del Consiglio Regionale dell’Emilia Romagna – vale a dire Raffaele Farigu, presidente dello IERFOP, Giuseppe Petrucci, presidente nazionale dell’ENS, Antonio Cotura, presidente nazionale della FIADDA (aderente alla FISH, la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), Domenico Pinto, presidente dell’ASI, Ottorino Gelmini, presidente dell’ANMIC di Modena e Nelson Bova, presidente del Tesoro Nascosto. (S.B.)

Oltre a poter visionare il programma completo del convegno, accedendo al sito dell Associazione ASI, sarà possibile seguire la diretta streaming dell evento. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@asi-onlus.it.

Stampa questo articolo