“Superiamoci”, per l’inclusione di adolescenti con autismo

Verrà presentato il 26 maggio a Torino, a cura della locale Sezione dell’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), il progetto denominato “Superiamoci”, iniziativa studiata e attuata per la corretta inclusione di adolescenti con autismo nelle scuole superiori. Avverrà durante un incontro aperto da Maurizio Arduino, con il suo libro “Il bambino che parlava con la luce. Quattro storie di autismo”

Realizzazione grafica dedicata al Progetto "Superiamoci"«Uno degli ostacoli più ardui che i genitori di persone con autismo, ma anche con disabilità intellettivo-relazionali di altro tipo, si trovano prima o poi a dover affrontare, è l’inserimento dei propri figli nella scuola. Infatti, pur avendo in Italia una delle migliori leggi del mondo sull’inclusione scolastica delle persone con disabilità, spesso si devono fare i conti con esigenze di bilancio, carenze d’organico, burocrazia, graduatorie e, purtroppo, cattiva volontà. Ne consegue che la scuola possa diventare, a seconda dei casi, una risorsa immensa o devastante».
Alla luce di quanto scritto, l’ANGSA di Torino (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) – da tempo fortemente impegnata sul fronte dell’inclusione scolastica dei ragazzi e delle ragazze con autismo, tramite progetti quali Calimero o Ti presento il mio amico, destinati rispettivamente alla scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado – sta per avviare Superiamoci, iniziativa studiata e attuata per la corretta inclusione di adolescenti con autismo nelle scuole superiori (secondarie di secondo grado).

L’evento durante il quale verrà presentato il nuovo progetto – realizzato in collaborazione con l’Ufficio Diritto allo Studio e Servizi per l’Integrazione della Città Metropolitana di Torino, il Gruppo Autonomia Scolastica dell’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, l’Associazione d’Idee ONLUS, cinemAutismo (ANMC-Associazione Nazionale Museo del Cinema), le varie scuole, gli alunni e le famiglie coinvolte – è in programma per martedì 26 maggio a Torino (Auditorium Liceo Copernico e ITES Luxemburg, Corso Caio Plinio, 2, ore 17-19.30) e si intitolerà Da “Il bambino che parlava con la luce”… al Progetto “Superiamoci, prevedendo innanzitutto un incontro con Maurizio Arduino, responsabile del Centro Autismo e Sindrome di Asperger (CASA) dell’ASL CN 1 di Mondovì, in provincia di Cuneo, che parlerà del suo libro Il bambino che parlava con la luce. Quattro storie di autismo, pubblicato lo scorso anno e del quale anche il nostro giornale si era occupato.
Successivamente sarà la volta della presentazione vera e propria di Superiamoci, da parte degli ideatori, dei sostenitori e degli attuatori dello stesso, seguita da un’ampia discussione con docenti delle scuole, studenti, genitori ed esperti, sui processi di inclusività degli alunni con autismo.

«Sarà particolarmente gradita . sottolineano dall’ANGSA di Torino – la partecipazione di genitori e docenti, sia di sostegno che curricolari, delle scuole di ogni ordine e grado, che potranno esprimere le loro opinioni a riguardo durante il dibattito che seguirà le presentazioni». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: comunicazione@angsatorino.org.

Stampa questo articolo