Amministrazione di sostegno: per chi, come e perché

Continuano in Lombardia, e in particolare nel territorio del Milanese, le iniziative di formazione e informazione dedicate all’amministrazione di sostegno, istituto introdotto nel nostro Paese dal 2004, per superare le forme assai più rigide dell’inabilitazione e dell’interdizione. E interessanti si presentano anche i due prossimi appuntamenti, in programma rispettivamente il 28 e il 30 maggio nel capoluogo e ad Arese

Uomo spinge una persona in carrozzinaContinuano in Lombardia, e in particolare nel territorio del Milanese, le iniziative di formazione e informazione dedicate all’amministrazione di sostegno, istituto introdotto nel nostro Paese dal 2004, con la Legge 6/04, per superare le forme assai più rigide dell’inabilitazione e dell’interdizione.

Particolarmente interessanti sono anche i due prossimi appuntamenti, in programma rispettivamente il 28 e il 30 maggio. Si tratterà innanzitutto dell’incontro intitolato L’amministratore di sostegno: per chi, come e perché. La protezione giuridica delle persone fragili, che avrà luogo giovedì 28 maggio a Milano (Sede di Aiutiamoli ONLUS, Corso Porta Romana, 116/a, ore 17-18.15), condotto da Daniela Piglia, giurista e coordinatrice dell’Associazione Oltre noi… la vita, che vi presenterà i princìpi normativi della protezione giuridica e gli aspetti sostanziali, procedurali e relazionali dell’amministrazione di sostegno, declinati nello specifico sulla tutela delle persone fragili per disagio psichico.
L’iniziativa è promossa dalle Associazioni Oltre noi… la vita e Aiutiamoli, in collaborazione con l’Associazione di Educazione e Solidarietà Psicologica Isemprevivi + e con Diversamente (A sostegno dei famigliari di persone con disagio psichico e di informazione sulle problematiche), nell’àmbito dei progetti Insieme a sostegno (rete milanese del progetto regionale lombardo AdS-Amministratore di Sostegno – l’attenzione alla persona) e Attivamente Insieme.

Si terrà invece ad Arese, sabato 30 maggio (Auditorium Aldo Moro, Via Varzi, 31, ore 9.15-13), il convegno intitolato Amministratore di sostegno nel Garbagnatese e nel Rhodense, che potrà contare su un prestigioso ospite quale Paolo Cendon dell’Università di Trieste, ritenuto a ragione il “padre” della stessa Legge che ha introdotto l’amministratore di sostegno nel nostro Paese.
L’incontro arriva tra l’altro a conclusione di un interessante corso di formazione sui medesimi temi, proposto anch’esso – così come il convegno del 30 maggio – dalle Associazioni Incontrho e Porte sempre aperte, nell’àmbito del Progetto Volontari a sostegno, in collaborazione con Oltre noi… la vita.
Oltre a Cendon, parteciperanno Barbara Scifo, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Arese, Mauro Percudani, direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Ospedaliera Salvini di Garbagnate Milanese, Maria Teresa Ferla, direttore dell’Unità Operativa di Psichiatria 41, Farida Ferrato, direttore dell’Unità Operativa di Psichiatria 42, Carolina Morlacchi e Lorena Arrigoni dell’Ufficio di Protezione Giuridica dell’ASL Milano 1 e Chiarella Gariboldi, responsabile per l’Associazione Stefania della Rete Fianco a Fianco in Provincia di Monza. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@oltrenoilavita.it.

Stampa questo articolo