Troppe scale, fisiche e mentali!

È in programma per il 31 maggio a Roma una nuova conferenza-evento centrata sul “Progetto Spacca”, fucina di iniziative culturali voluta dalle Associazioni ItinerArte e MEssaggi, per sensibilizzare la società sulle barriere architettoniche, mentali e culturali, a partire dalla promozione del libro “Troppe Scale!” di Attlio Spaccarelli e dello spettacolo “Il Signore a Rotelle”, ad esso ispirato

Realizzazione grafica con pezzi di Lego (gli omini non disabili e uno in carrozzina) e libri (le scale)Abbiamo già dato ampio spazio, nei mesi scorsi, al Signore a Rotelle, spettacolo-evento diretto da Lisa Colosimo e Stefania Papirio, quasi interamente autoprodotto dalle Associazioni Culturali romane ItinerArte e MEssaggi, nato all’interno del più ampio Progetto Spacca.
In esso, in maniera spontanea e volontaria, i professionisti e gli allievi dei corsi di ItinerArte (teatro, fotografia, scrittura creativa e fumetto) si sono impegnati per chiedere l’abolizione di ogni ostacolo che limiti il normale svolgersi della vita di una persona sulla sedia a rotelle.
«Il testo – come avevano spiegato a suo tempo i promotori dell’iniziativa – è tratto dal libro autobiografico Troppe scale! di Attilio Spaccarelli (figlio dell’attrice Lianella Carell, protagonista di Ladri di biciclette di Vittorio De Sica), che da decenni convive con la sclerosi multipla. Troppe scale, appunto, intese non solo come barriere architettoniche, ma anche, e soprattutto, mentali. Valore aggiunto e significativo del progetto è il fatto che nessuna delle persone coinvolte ha familiarità con la disabilità, ma vestire i panni di Attilio sulla scena ha donato loro una nuova e preziosa consapevolezza. E le storie raccontate, prendendo vita dalla quotidianità nuda e cruda, hanno un taglio ironico e grottesco che è la cifra stilistica dettata dallo stesso autore».

Ora, dopo una prima conferenza-evento nel dicembre dello scorso anno, a margine della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 Dicembre, un secondo incontro centrato sul Progetto Spacca e intitolato Troppe Scale per il Signore a Rotelle! è in programma per domenica 31 maggio a Roma (Teatro Gianelli, Via Sant’Antonio Maria Gianelli, 34, ore 19), sempre a cura di ItinerArte e MEssaggi, con il consenso della Presidenza del Consiglio.
Moderata dal giornalista Gianluca Gaeta e introdotta di citatai Lisa Colosimo e Stefania Papirio, la conferenza-evento – durante la quale gli interventi dei relatori si alterneranno alle performance teatrali tratte dallo spettacolo Il Signore a Rotelle – potrà contare sulla partecipazione di Daniele Stavolo, presidente dell’AP (Associazione Paraplegici) di Roma e del Lazio e raprresentante della FISH Lazio (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) (L’accessibilità e la situazione a Roma); Carla Patrizi, presidente della Consulta Permanente per i Problemi dei Cittadini con Disabilità del II Municipio di Roma (Parcheggiare a Roma); Giuseppe Trieste, presidente di FIABA (Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche) (Total Quality: percezione della qualità di vita da parte dei cittadini); Baires Raffaelli di BRRE architects (Architettare: la città come ausilio); il citato Attilio Spaccarelli (Il Signore a Rotelle si fa in tre); Antonio Spica, presidente dell’Associazione AccessEmotion (Acces Emotion: turismo accessibile e responsabile); Eva Lupo dell’Associazione MEssaggi (La promozione e la campagna di crowdfunding).
Hanno inoltre sostenuto l’iniziativa e saranno anch’essi ospiti dell’incontro Chiara Giansiracusa, assessore al Bilancio, alla Cultura e alle Risorse Umane del VII Municipio di Roma, Roberto Romeo, presidente dell’ANGLAT (Associazione Nazionale Guida Legislazioni Andicappati Trasporti) e vicepresidente della FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali di Persone con Disabilità), Ketty Giansiracusa, cantante e studentessa di musicoterapia e Andrea Angelini della Comunità di Sant’Egidio. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: promozione.messaggi@gmail.com.

Stampa questo articolo