La montagna per tutti, ma… in città

Si chiama infatti proprio “La Montagna per Tutti in Città”, la bella iniziativa che il 14 giugno offrirà la possibilità, a chi vi parteciperà – comprese le persone con disabilità motoria – di vivere un’esperienza escursionistica tra i boschi e i prati della collina torinese, percorrendone i sentieri, per assimilarne “in diretta” la ricchezza ambientale e culturale

Logo della manifestazione "La Montagna per Tutti in Città", Torino, 14 giugno 2015È stata presentata a Torino – nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato Elide Tisi, vicesindaco e assessore comunale alla Salute, alle Politiche Sociali e Abitative, Stefano Gallo, assessore comunale allo Sport, Roberto Ferrero, presidente del CAI di Torino (Club Alpino Italiano), Paolo Osiride Ferrero, presidente della CPD di Torino (Consulta per le Persone in Difficoltà) e Giuseppe Antonucci, presidente dell’ISITT (Istituto Italiano per il Turismo per Tutti) – la bella iniziativa denominata La Montagna per Tutti in Città, ispirata sin dal nome al noto progetto piemontese La Montagna per Tutti, che domenica 14 giugno offrirà la possibilità, a chi vi parteciperà – comprese le persone con disabilità motoria – di vivere un’esperienza escursionistica tra i boschi e i prati della collina torinese, percorrendone i sentieri, per assimilarne “in diretta” la ricchezza ambientale e culturale.
A organizzare la giornata – promossa in occasione del ciclo di eventi Torino 2015 Capitale Europea dello Sport – è stato il Gruppo LaMontagnaCheAiuta del CAI di Torino, in collaborazione con il Progetto Motore di ricerca: Comunità attiva del Servizio Disabili della Città di Torino. Ha collaborato anche la CPD e tra gli altri aderenti vi sono l’ISITT e il progetto regionale Turismabile.

Nello specifico, le persone con ridotte possibilità motoria potranno avvalersi della joelette, la carrozzina “da trekking” della quale abbiamo avuto più volte occasione di occuparci.È prevista la partecipazione di equipaggi provenienti da tutta l’Italia e da alcuni Paesi europei e al centro dell’iniziativa vi saranno anche i saluti dei citati Stefano Gallo, Roberto Ferrero e Giuseppe Antonucci, oltreché di Chiara Gorzegno, referente del Progetto Motore di ricerca: Comunità attiva.
«Sarà una “camminata” – spiegano i promotori – all’insegna dell’inclusione e della condivisione delle emozioni tra tutti gli escursionisti, ognuno con le proprie peculiarità». (S.B.)

È disponibile il programma completo della manifestazione. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: lamontagnacheaiuta@gmail.com.

Stampa questo articolo