Il lavoro di chi rifiuta il modello assistenziale

È quello di tante organizzazioni delle Marche, raccontato nel libro del Gruppo Solidarietà intitolato “Dove sono i forti, dove sono i deboli”, ove si documenta appunto il lavoro svolto dalla Campagna Regionale “Trasparenza e diritti”, rifiutando il modello di servizi sociosanitari proposto dalla Regione, nel quale alla centralità della persona si sostituisce quella della struttura. Una nuova presentazione del volume è in programma per il 16 giugno ad Ancona

Emma Capogrossi

Emma Capogrossi, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Ancona, parteciperà all’incontro del 16 giugno

Come abbiamo già avuto modo di riferire qualche tempo fa, la nuova pubblicazione del Gruppo Solidarietà, intitolata Dove sono i forti, dove sono i deboli. I servizi sociosanitari nelle Marche e curata da Fabio Ragaini, riprende il filo del volume Trasparenza e diritti. Soggetti deboli, politiche e servizi nelle Marche, pubblicato circa un anno fa, e documenta il percorso di quasi due anni di lavoro dello stesso Gruppo Solidarietà all’interno della Campagna Regionale Marchigiana Trasparenza e diritti.
Quest’ultima, lo ricordiamo, era stata lanciata nel giugno del 2012 da decine e decine di Associazioni, Cooperative e anche Enti Locali delle Marche, per chiedere alla Regione interventi normativi e programmatori concernenti i servizi sociosanitari rivolti a persone con grave disabilità e con patologie croniche, a persone non autosufficienti, con demenza e a malati psichiatrici.
«In questo nuovo testo – spiega Fabio Ragaini – viene presentato il lavoro comune di tante organizzazioni che si sono trovate unite nel rifiutare il “modello assistenziale” proposto negli ultimi anni dalla Regione Marche, nel quale alla centralità della persona si sostituisce quella della struttura e nel quale la cosiddetta “sostenibilità” diventa incompatibile con “inclusività”. Un modello, quindi, agli antipodi di quello comunitario al quale tante organizzazioni ispirano il loro lavoro».

Una nuova presentazione di Dove sono i forti, dove sono i deboli è ora in programma per martedì 16 giugno ad Ancona (Fondazione Il Samaritano, Via M. Teresa di Calcutta, 1, ore 17.30), a cura della Società Cooperativa Sociale Centro Papa Giovanni XXIII e della citata Campagna trasparenza e diritti, alla presenza del citato Fabio Ragaini, che ne discuterà con Emma Capogrossi, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Ancona e Roberto Mancini, ordinario di Filosofia all’Università di Macerata. Coordinerà l’incontro Giorgia Sordoni della Cooperativa Centro Papa Giovanni XXIII. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:
° Sul libro: grusol@grusol.it
° Sull’incontro del 16 giugno: info@centropapagiovanni.it

Stampa questo articolo