Un nuovo riconoscimento ad Affetti Collaterali

Il laboratorio teatrale di integrazione Affetti Collaterali, nato nel 2009 a Torino all’interno dell’omonima Associazione di Promozione Sociale e costituito da persone non-vedenti, ipovedenti e vedenti e con altre diverse problematiche, ha ottenuto infatti a Torino il “Premio Speciale della Giuria”, alla recente Rassegna di Teatro Sociale Sergio Uliano

Foto di gruppo per Affetti Collaterali, dopo il premio vinto alla Rassegna Sergio Uliano di Torino

Foto di gruppo (con tanta gioia) per il laboratorio di Affetti Collaterali, dopo il nuovo premio vinto alla Rassegna Sergio Uliano di Torino

Ne abbiamo sempre seguito le attività ed è ora con particolare piacere che segnaliamo un nuovo riconoscimento ottenuto del laboratorio teatrale di integrazione Affetti Collaterali, nato nel 2009 a Torino all’interno dell’omonima Associazione di Promozione Sociale.
Nella serata conclusiva, infatti, della Rassegna Regionale di Teatro Sociale Sergio Uliano, sesta edizione di una manifestazione promossa nel capoluogo piemontese dalla FITEL Regionale (Federazione Italiana Tempo Libero), è andato proprio al laboratorio diretto da Carlotta Bisio è andato il Premio Speciale della Giuria, per la «sensibilità e l’impegno sociale dimostrati».
Si tratta, lo ricordiamo, di un laboratorio costituito da persone non-vedenti, ipovedenti e vedenti e con altre diverse problematiche, che in uno spirito di collaborazione e affiatamento imparano a mettersi in gioco ogni anno, con proposte nuove da parte di chi le conduce, senza sottovalutare la diversità del singolo, ma interagendo e integrandosi con tutto ciò che può essere visto come “diverso da sé”. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@affetticollaterali.it.

Stampa questo articolo