A Benevento, dove la Storia è accessibile

Nessun tipo di disabilità o disagio è stato ignorato dalle tante organizzazioni che hanno lavorato per rendere sempre più accessibile a tutti i cittadini il ciclo di rievocazioni storiche denominato “Benevento Longobarda”, in programma nella città campana dal 25 al 28 giugno

Benevento, "Contesa di Sant'Eliano"

Un’immagine di repertorio della “Contesa di Sant’Eliano”, manifestazione che si svolge nell’àmbito di “Benevento Longobarda”

Un cospicuo gruppo di organizzazioni ha lavorato per rendere sempre più accessibile alle persone con disabilità il ciclo di rievocazioni storiche Benevento Longobarda, in programma dal 25 al 28 giugno nella città campana e centrato sulla Contesa di Sant’Eliano, sorta di “gara” per stabilire appunto chi potrà conservare per il prossimo anno le reliquie di Sant’Eliano.
Dal blog ItaliAccessibile, infatti, all’UICI locale (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), dalla Sezione beneventana di Informatici senza Frontiere alla ONLUS Futuro Down, dal Centro Sociale È Più Bello Insieme all’ENS locale (Ente Nazionale dei Sordi), fino all’AIC Campania (Associazione Italiana Celiachia), tutti si sono impegnati a fondo per garantire la maggiore accessibilità possibile a ogni cittadino che parteciperà all’evento.

«Insieme – spiega infatti Pierpaolo Capozzi, fondatore del blog ItaliAccessibile – assicureremo l’accessibilità a tutte le iniziative principali, predisponendo innanzitutto una pedana rialzata per consentire ad almeno dieci persone in carrozzina di assistere alle manifestazioni e agli spettacoli in programma sul palco principale; ci sarà inoltre un punto informativo riservato alle persone con disabilità, gestito dalle varie Associazioni e verrà realizzato un percorso per persone non vedenti che le guiderà alla scoperta dei banchi didattici di archeologia sperimentale e agli elementi tipici della rievocazione longobarda, mediante esperienze tattili, anche attraverso una App per smartphone, con audioguida creata da Informatici Senza Frontiere; e ancora, ci saranno degli interpreti per persone audiolese nella giornata di domenica 28, guide per non vedenti durante lo svolgimento dei sei palî e la partecipazione in costume longobardo di diversi ragazzi con sindrome di Down ai cortei storici e alle sfilate delle “Fare” [le protagoniste della citata Contesa di Sant’Eliano, N.d.R.], in una o più giornate; infine, verranno fornite informazioni da parte dell’AIC Campania su prodotti senza gutine e su questo tipo di intolleranza alimentare».

Da segnalare anche, in conclusione, che grazie alla collaborazione con l’Assessorato alla Mobilità del Comune di Benevento e con il corpo della Polizia Locale, sarà possibile parcheggiare auto e autobus muniti di contrassegno disabili, presso il terminal dei pullman extraurbani e funzioneranno autobus di linea con pedana a bordo dell’AMTU (Azienda Municipale Trasporti Urbani). (S.G.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: italiaccessibile@gmail.com; info@beneventolongobarda.it.

Stampa questo articolo