Numeri importanti per ExpoFacile

Le tante persone con disabilità e con altre esigenze speciali che in questi primi mesi si sono avvalse dei servizi offerti dal portale “ExpoFacile.it”, non fanno che confermare che questa importante iniziativa, promossa dal Comune di Milano e dalla Regione Lombardia, e realizzata dalle Associazioni di persone con disabilità, oltre ad essere fondamentale per questi mesi in cui si svolge l’“Expo”, sarà anche dopo il grande evento un patrimonio di accessibilità, a disposizione dei cittadini

Realizzazione grafica curata nell'àmbito del Progetto ExpoFacile

Una delle realizzazioni grafiche curate nell’àmbito del Progetto ExpoFacile

20.000 visitatori unici, ovvero persone che lo hanno visitato almeno una volta (di cui circa 11.000 nel solo mese di maggio) e 151.668 pagine aperte (mediamente 7 per ogni accesso): sono numeri tutt’altro che trascurabili quelli esibiti dal portale ExpoFacile.it, nei suoi primi tre mesi di attività (marzo-maggio).
Si tratta, come avevamo ampiamente riferito a suo tempo, di un progetto promosso dal Comune di Milano e dalla Regione Lombardia, con il sostegno di UniCredit Foundation, realizzato dalle principali Associazioni lombarde delle persone con disabilità, riunite in due raggruppamenti di organizzazioni, che fanno capo rispettivamente alla LEDHA, la Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità, che costituisce la componente lombarda della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e all’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti).
«Un filo diretto – come ricordano i promotori – rivolto ai turisti con disabilità e in genere con esigenze speciali, per visitare Milano e la Lombardia in occasione della loro presenza per l’Expo 2015, tramite il quale ricevere tutte le informazioni e le indicazioni che possono consentir loro di visitare l’Esposizione Universale, ma anche e soprattutto di poter vivere la città (e la regione), in maniera autonoma grazie alle strutture e agli itinerari descritti nel portale».

Grazie poi al lavoro della “task force anti-barriere” allestita dal Comune di Milano, che ha creato condizioni di buona accessibilità (semafori per non vedenti, fermate dei mezzi pubblici accessibili, scivoli ai marciapiedi ecc.), in ExpoFacile sono stati predisposti e descritti dieci itinerari accessibili, per poter visitare Milano e scoprirne le bellezze, itinerari che consentono alle persone con disabilità di spostarsi, muoversi e raggiungere i principali luoghi di interesse e di farlo agevolmente.
Tutto ciò nella prospettiva di creare – com’era stato detto in fase di presentazione – un vero e proprio “laboratorio” a disposizione della città, da arricchire sempre più con nuove informazioni e segnalazioni, un patrimonio di accessibilità che anche dopo la conclusione dell’Expo, alla fine di ottobre, resterà a disposizione di tutti i cittadini.

Da ricordare ancora che durante tutto il periodo di apertura dell’Esposizione Universale, presso la Cascina Triulza di Milano – che sta ospitando la società civile nel corso dell’evento – è aperto l’Info Disabilità ExpoFacile, promosso dalla Regione Lombardia, per offrire indicazioni sull’accessibilità dell’Expo e sui servizi in esso rivolti alle persone con disabilità (anche con la possibilità di presentare richieste specifiche e ricevere assistenza personalizzata, scrivendo a: info@expofacile.it).
Segnaliamo, infine, che nei punti informativi del Comune di Milano e nei principali luoghi di interesse per i turisti (Stazioni, Aeroporti, InfoPoint), sono in distribuzione circa ventimila cartoline pubblicitarie (Promocard) di ExpoFacile.it e che fra alcuni giorni inizierà la distribuzione nei punti informativi di ben trentamila cartine, in cui sono descritti i dieci citati itinerari accessibili, a beneficio dei turisti con disabilità che si troveranno già a Milano. (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: info@expofacile.it.

Stampa questo articolo