Una Consulta per i Lavoratori Disabili nei settori pubblici

«Questo è uno strumento utile per l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità»: così il Coordinamento Nazionale Politiche per la Disabilità della CGIL commenta l’emendamento alla Riforma della Pubblica Amministrazione approvato in questi giorni alla Camera, che introduce per la prima volta nei settori pubblici la Consulta per i Lavoratori Disabili

Particolare di giovane uomo in carrozzina al lavoro al computer««Un ottimo strumento, utile per l’accesso e l’integrazione nel mondo del lavoro delle persone con disabilità»: così il Coordinamento Nazionale Politiche per la Disabilità della CGIL commenta l’emendamento alla Riforma della Pubblica Amministrazione approvato in questi giorni alla Camera, che introduce per la prima volta nei settori pubblici la Consulta per i Lavoratori Disabili.
«Si tratta di uno strumento utile per l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità – sottolinea in tal senso Nina Daita, responsabile del Coordinamento Nazionale Politiche per la Disabilità della CGIL – grazie ai piani di azione mirati, che coinvolgono attivamente le amministrazioni pubbliche, i sindacati e le associazioni di categoria. È un importante passo in avanti sulla cui attuazione vigileremo». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: politichedisabilita@cgil.it.

Stampa questo articolo