- Superando.it - http://www.superando.it -

Ma le Province lo sanno? Meglio verificare in fretta

studio-62«L’allarmante notizia che ci giunge è che alcune Province e Città Metropolitane non conoscono assolutamente quel Decreto Ministeriale né la procedura di richiesta né la scadenza del 10 settembre! Il rischio è quindi che se esse non presenteranno entro i termini le richieste per accedere al fondo, si troveranno poi in difficoltà a garantire i servizi di trasporto e assistenza agli alunni con disabilità frequentanti gli istituti superiori nel prossimo anno scolastico».
È questo il messaggio diffuso dall’Osservatorio Scolastico dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) e riferito ancora una volta al Decreto Legge 78/15 sugli enti territoriali, divenuto poi la Legge 125/15, che ha previsto uno stanziamento di 30 milioni di euro (articolo 8, comma 13 quater), destinato ai servizi di supporto scolastico e segnatamente alle «esigenze relative all’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con handicap fisici o sensoriali», come recita testualmente la norma.
Il successivo Decreto Ministeriale applicativo, prodotto il 19 agosto, aveva fissato poi nel 10 settembre la scadenza per richiedere al Ministero, da parte delle Province e delle Città Metropolitane, i fondi utili ad assicurare appunto l’assistenza all’autonomia e alla comunicazione.

«È particolarmente importante – avevano dichiarato nei giorni scorsi Salvatore Nocera e Nicola Tagliani dell’Osservatorio Scolastico dell’AIPD – che tale informazione trovi la maggior diffusione possibile, affinché le famiglie verifichino presso le scuole che queste ultime abbiano inviato le richieste per tale assistenza alle proprie Province o Città Metropolitane. E naturalmente le scuole che ancora non lo abbiano fatto dovrebbero inviare immediatamente le richieste delle figure che dovranno occuparsi di tali servizi, sempre alle proprie Province o Città Metropolitane, in modo che queste ultime possano chiedere al Ministero dell’Interno i fondi realmente necessari entro il termine stabilito del 10 settembre».

A quell’appello, dunque, si aggiunge quello di oggi, rivolto alle varie Associazioni impegnate sul fronte della disabilità e a tutti i loro Soci, chiedendo loro, «nell’interesse degli alunni con disabilità, di contattare immediatamente gli uffici della propria Provincia o Città Metropolitana, per verificare che siano a conoscenza del Decreto e della scadenza del 10 settembre, per accedere a quei fondi». Un appello naturalmente condiviso anche dal nostro giornale. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: osservscuola.legale@aipd.it.