È sempre più accessibile “Benevento Città Spettacolo”

Un protocollo di accessibilità con il Comune, per favorire parcheggi e spostamenti delle persone con disabilità motoria, una mostra multisensoriale, un aperitivo al buio, un’applicazione per smartphone e un percorso della città accessibile: sono queste alcune delle proposte della trentaseiesima edizione di “Benevento Città Spettacolo”, rassegna di teatro, musica, danza, incontri e convegni, che occuperà i teatri e le architetture della città campana in questo e nel prossimo fine settimana

Persona con disabilità visiva esamina un quadro tattile di Giovanni Pedote

Una persona esamina un quadro tattile di Giovanni Pedote, pittore pugliese protagonista di “Sensoltre”, mostra multisensoriale in programma anche quest’anno all’interno di “Benevento Città Spettacolo”

Nato nel 1980 come rassegna di teatro a tema, Benevento Città Spettacolo ha via via arricchito la sua proposta, con un cartellone fatto di prosa, musica, danza, incontri e convegni, occupando teatri e architetture della città campana in un percorso assolutamente originale, legato alla storia della città stessa.
La trentaseiesima edizione della manifestazione prende il via proprio oggi, 4 settembre, e si protrarrà per tutto questo fine settimana e in quello successivo (11-13 settembre), confermandosi nella scia della tradizione, ma anche aggiungendo sostanziali novità e presentando varie prime nazionali.

Fatto poi non certo trascurabile, quest’anno Benevento Città Spettacolo sarà ancora più ricco anche sul fronte dell’accessibilità, come informa il blog ItaliAccessibile. Grazie infatti alla collaborazione tra lo stesso ItaliAccessibile, il Circolo del Sannio Associazione L’Ancora e le sezioni locali di Informatici Senza Frontiere e dell’UICI (Unione dei Ciechi e degli Ipovedenti), è stato firmato un protocollo con l’Assessorato Comunale alla Mobilità, che renderà possibile alle persone con disabilità munite di contrassegno, rilasciato dal proprio Comune di residenza, parcheggiare l’auto gratuitamente, nei giorni dell’evento, presso il terminal degli autobus extraurbani (Via Pertini). Circoleranno inoltre anche autobus muniti di pedana e sarà possibile per le persone in carrozzina la fermata per carico e scarico nelle vicinanze di Piazza Castello e del Teatro Romano. Tutte le sedi delle manifestazione, infine, saranno munite di pedane, per consentire un facile accesso.

Altro importante passaggio, sabato 5 e domenica 6 settembre verrà replicata a Palazzo Paolo V, dopo il successo dello scorso anno, la mostra multisensoriale denominata Sensoltre, ideata da Informatici Senza Frontiere, in collaborazione con l’UICI, con l’ausilio della cosiddetta “tecnologia NFC” (“comunicazione in prossimità”).
Un evento gratuito, che quest’anno sarà ancora più ricco, con nuovi quadri tattili dell’artista barese Giovanni Pedote, un’audioguida e le musiche inedite di autori emergenti.«Arte, musica e tecnologia – si legge a tal proposito nel blog ItaliAccessibile – si fondono in uno stesso momento, creando una nuova ed emozionante realtà espositiva. Chi dice che l’arte debba essere soltanto vista per essere apprezzata? Proviamo a chiudere gli occhi e facciamoci guidare dalle nostre mani, dall’ascolto in cuffia di voce e musica, pronti ad immergerci in una dimensione spaziotemporale unica. Un’occasione speciale, che accosta persone vedenti e non vedenti a nuove forme d’espressione artistica».

Un inedito di quest’anno sarà invece l’aperitivo al buio, ideato dall’UICI, sempre il 5 e 6 settembre, che consentirà la degustazione di un aperitivo in una stanza completamente al buio, serviti da camerieri non vedenti. E sono previsti anche degli spettacoli con la presenza di interpreti in LIS (Lingua Italiana dei Segni), a cura dell’Associazione E-LIS.

Ma non finisce qui: grazie infatti agli ingegneri Daniela Guardabascio e Marco Di Brino di Informatici Senza Frontiere, è stata creata un’applicazione (app) per smartphone (sistema Android, Apple e Windows), chiamata Benevento Città Spettacolo Accessibile, realizzazione pensata per persone non vedenti o ipovedenti, ma utilizzabile naturalmente da tutti.
È disponibile, infine, anche un percorso di Benevento accessibile per tutti – ideato e testato da ItaliAccessibile – per ammirare le tante bellezza della città, come la Chiesa di Santa Sofia, che dal 2011 è patrimonio dell’Unesco. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: italiaccessibile@gmail.com.

Stampa questo articolo