Quando la pet theraphy ti cambia la vita

Un’occasione unica per avvicinarsi al mondo degli Interventi Assistiti con gli Animali, tramite le testimonianze di operatori direttamente coinvolti in progetti insieme ai cani, oltreché attraverso la visione di video realizzati durante le varie attività e anche discutendo i risultati ottenuti in tale àmbito da parte dei professionisti sanitari: sarà tutto questo il convegno promosso per il 19 settembre a Pianezza (Torino), dall’Associazione UAM-Umanimalmente

Un’occasione unica per avvicinarsi al mondo degli Interventi Assistiti con gli Animali (IAA): sarà questo il convegno gratuito e aperto a tutti, intitolato Quando la pet therapy ti cambia la vita: percorsi, testimonianze e risultati scientifici, organizzato per sabato 19 settembre, presso il Cinema Multisala Lumiere (Via Fratelli Rosselli, 19, ore 9) di Pianezza (Torino), da UAM-Umanimalmente, l’Associazione per la Relazione Uomo Animale Mente che proprio a Pianezza ha una delle proprie sedi operative (l’altra è a Grugliasco), in collaborazione con Villa Iris Formazione.

Interventi Assistiti con gli Animali presso l'Associazione UAM

Interventi Assistiti con gli Animali presso l’UAM-Umanimalmente (Associazione per la Relazione Uomo Animale Mente)

A introdurre il tema della pet therapy (letteralmente “terapia con gli animali”) sarà la psicologa e psicoterapeuta Miriam Borra, che presiede l’Associazione UAM, mentre a seguire verrà descritto il progetto di lettura creativa assistita con i cani, realizzato per i bambini con disturbi dell’apprendimento, seguiti dal reparto logopedico di Villa Iris. Interverranno in questa fase Chiara Piovano, che ha condotto tale attività insieme alla psicologa di UAM Veronica Coppola e soprattutto i diretti interessati, ovvero i cani, attraverso le parole dei loro conduttori (Pongo, Zar, Nina, Luna e Ares).
Nel pomeriggio, poi, si parlerà delle attività assistite con i cani rivolte agli anziani ospiti dell’RSA (Residenza Sanitaria Anziani) di San Gillio (Torino), con Giancarlo Giuliani, medico internista di Villa Iris, che spiegherà il valore delle attività con i cani, realizzate a favore di pazienti con deterioramento cognitivo. Successivamente, Deborah Catalano e Cinzia Fiore, responsabili di un progetto svolto presso la casa di riposo Casa dell’Immacolata, mostreranno i risultati ottenuti attraverso le griglie di osservazione realizzate per il monitoraggio scientifico delle attività con i pazienti coinvolti.
Non mancheranno inoltre le evidenze scientifiche anche rispetto al benessere animale: l’ultimo intervento, infatti, sarà curato da Elisabetta Ponzio e Patrizia Macchi dell’Università di Medicina Veterinaria di Grugliasco, che illustreranno un progetto di ricerca condotto sui cani coinvolti nell’attività svolta alla citata Casa dell’Immacolata. (S.B.)

Ringraziamo Chiara Gorzegno per la segnalazione.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@umanimalmente.it.

Stampa questo articolo