L’autismo e la serigrafia: incontri “TraMondi”

«Un viaggio tra i colori, che mette in evidenza il valore della socializzazione e della creatività»: questo è stato scritto di “TraMondi”, docu-film promosso dalla Cooperativa roveretana Il Ponte e diretto da Fausto Caviglia, presentato in questi giorni al “Perugia Social Film Festival”. I protagonisti sono cinque giovani con disturbo dello spettro autistico che incontrano i coetanei di un’Associazione impegnata nella serigrafia, con l’obiettivo di impararne la tecnica

Una scena del docu-film "TraMondi"

Una scena del docu-film “TraMondi”

È certamente anche un nostro auspicio che TraMondi, docu-film che racconta dell’incontro tra il mondo dell’autismo e quello della serigrafia, sia tra i premiati del Perugia Social Film Festival, manifestazione che si concluderà il 27 settembre nel capoluogo umbro.
Se così però non dovesse essere, resterà comunque il grande valore del lavoro promosso dalla Cooperativa Sociale Il Ponte di Rovereto (Trento), patrocinato dall’Università di Trento e da quella di Pavia e diretto dal regista Fausto Caviglia

Presentato il 21 settembre nella Sezione Teaser della manifestazione perugina – che nel panorama italiano dei concorsi cinematografici rappresenta quello dedicato alle tematiche sociali, con uno sguardo di maggiore attenzione ai disturbi psichici, in modo tale da avvicinare il pubblico a tematiche spesso trascurate – TraMondi, girato a Rovereto, Pavia e presso l’Istituto Artigianelli di Trento, ha per protagonisti cinque giovani con disturbo dello spettro autistico, roveretani e pavesi, che incontrano i coetanei dell’Associazione Seriousgrafia, con l’obiettivo di imparare la tecnica della serigrafia.
«Un viaggio tra i colori – sottolinea Filippo Simeoni della Cooperativa Il Ponte – che mette in evidenza il valore della socializzazione e della creatività». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@ilponterovereto.it.

Stampa questo articolo