Solo una società accessibile può diventare una società ideale

Si chiamerà così il convegno in programma per il 25 settembre a Torre Annunziata (Napoli), incontro organizzato dal Comune locale con l’attiva collaborazione di Salvatore Cimmino, il nuotatore amputato già protagonista di tante imprese nelle acque di diversi continenti, che il giorno successivo darà vita a una vera e propria “Festa del mare”, nuotando questa volta da Vico Equense a Torre Annunziata

Febbraio 2013: Salvatore Cimmino inAustralia

Febbraio 2013: Salvatore Cimmino conclude una delle sue grandi “sfide” nei mari del mondo, in Australia, nei pressi di Perth

Il giorno prima di tuffarsi nelle acque di fronte a Vico Equense e arrivare a bracciate fino a Torre Annunziata, Salvatore Cimmino – il celebre nuotatore del Circolo Canottieri Aniene di Roma, amputato della gamba destra, che sta portando avanti da molti anni un vero e proprio giro del mondo a nuoto, seguito anche dal nostro giornale e denominato A nuoto nei mari del globo, per dare visibilità al suo progetto Un mondo senza barriere e senza frontiere – sarà il primo relatore del convegno di venerdì 25 settembre (ore 10), in programma presso il Liceo Pitagora-Croce di Torre Annunziata (Napoli), intitolato Solo una società accessibile può diventare una società ideale, evento che egli stesso ha collaborato attivamente a organizzare, insieme al Comune della città campana.

Introdotto da Benito Capossela, dirigente dell’Istituto ospitante e da Giosuè Starita, sindaco di Torre Annunziata, l’incontro – dopo i saluti di Luisa Franzese, direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale della Campania e di Alessandro Pennasilico, procuratore capo del Tribunale di Torre Amnnunziata – prevede appunto l’intervento di Cimmino, seguito dagli ingegneri Mario Donnici e Nicola Vitiello, da Toni Nocchetti, presidente dell’Associazione Tutti a Scuola di Napoli, Dario Ricciardi, giornalista di «Metropolis Network», Salvio Zungri, amministratore unico di Ortopedia Meridionale, Salvatore Prisco, docente di Diritto Pubblico e Maurizio Sibilio, docente di Didattica Generale e Pedagogia Speciale all’Università di Salerno.

Nella mattinata di sabato 26, poi, a partire dalle 9, la Festa del mare incentrata sulla nuova “sfida” di Salvatore Cimmino, di cui si è detto inizialmente. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: salvator.cimmino@gmail.com.

Stampa questo articolo