Sfateremo tanti luoghi comuni sulla disabilità visiva

«Chi parteciperà a questa nostra giornata ascolterà notizie come “Le barriere non sono solo i gradini”, “I pavimenti parlano le lingue”, “I ciechi possono leggere” e “Lo slalom si fa anche senza vedere”, volte a sfatare un universo di luoghi comuni e di opinioni errate sulla disabilità visiva»: così Veronica Mattana, referente per la Sardegna dell’ADV (Associazioni Disabili Visivi), presenta l’evento del 2 ottobre a Cagliari, intitolato “Autonomia e inclusione delle persone con disabilità visiva: barriere, ICT, sport”

Gianfranco "Jeff" Onorato

Laureatosi solo qualche giorno fa campione del mondo di sci nautico disabili in California, Gianfranco “Jeff” Onorato parteciperà alla giornata promossa a Cagliari dall’ADV (Associazione Disabili Visivi)

È ora attiva anche in Sardegna l’ADV, l’Associazione Disabili Visivi aderente alla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), che sin dalla sua fondazione, nel 1970, è impegnata a promuovere a tutti i livelli l’autonomia e l’inclusione delle persone con disabilità visiva. E la referente ADV per l’Isola, l’esperta in apprendimento e tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT), Veronica Mattana, presenta una bella iniziativa, in programma per venerdì 2 ottobre a Cagliari (Mediateca del Mediterraneo, Via Mameli, 164, ore 10-17.30), vale a dire la giornata intitolata Autonomia e inclusione delle persone con disabilità visiva: barriere, ICT, sport, che si avvarrà del patrocinio della Regione Sardegna e del Comune di Cagliari.

«Si tratterà – spiega la stessa Mattana – di un momento di incontro, dibattito e informazione/formazione su temi da sempre centrali per la nostra Associazione, vale a dire la conoscenza e l’abbattimento delle barriere senso-percettive, per una migliore accessibilità degli ambienti pubblici e di quelli privati aperti al pubblico, il superamento del divario digitale per la comunicazione e per l’accesso allo spazio virtuale, la realizzazione personale dei non vedenti mediante la partecipazione attiva ad iniziative sportive e del tempo libero». «Chi interverrà alla giornata – aggiunge – potrà ascoltare notizie come “Le barriere non sono solo i gradini”, “I pavimenti parlano le lingue”, “I ciechi possono leggere” e “Lo slalom si fa anche senza vedere”, volte a sfatare un vero e proprio universo di luoghi comuni e di opinioni errate sulla disabilità visiva».

L’evento sarà suddiviso in due momenti distinti, prevedendo in mattinata il convegno intitolato Persone con disabilità visiva e accessibilità: barriere percettive e divario digitale in una società inclusiva, aperto dai saluti di Massimo Zedda, sindaco di Cagliari e di Claudia Firino, assessore regionale alla Pubblica Istruzione, ai beni Culturali, allo Spettacolo e allo Sport.
Insieme alla citata Veronica Mattana, vi interverranno poi Giulio Nardone, presidente nazionale dell’ADV e vicepresidente dell’INMACI (Istituto Nazionale per la Mobilità Autonoma di Ciechi ed Ipovedenti); Stefania Leone, consigliera nazionale dell’ADV, esperta di accessibilità del web; Paolo Mura, formatore dell’Istituto dei Ciechi della Sardegna, esperto in informatica per la disabilità visiva; Carla Atzeni, responsabile del Programma ICT e Disabilità di Sardegna Ricerche, l’ente sardo per la ricerca e lo sviluppo tecnologico; Francesco Cresci, cofondatore del client web per la posta elettronica VoiceMyMail, esperto di accessibilità del web.

Nel pomeriggio, poi, un altro momento del tutto degno di nota sarà l’incontro-dibattito sul tema Sport, tempo libero e autonomia, aperto da Giulio Nardone, cui seguirà un ospite d’eccezione quale Gianfranco “Jeff” Onorato, maestro federale di sci nautico e freschissimo vincitore (per la seconda volta) ad Elk Grove, in California (USA), dei Campionati Mondiali di Sci Nautico Disabili.
A seguire, racconteranno la propria esperienza anche Manuela Ortu (L’autonomia dal punto di vista di un genitore), Fabio Garau e Andrea Spiga (Sport e Musica che passione!) (S.B.).

È disponibile il programma completo della giornata di Cagliari. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: sardegna@disabilivisivi.it.

Stampa questo articolo