Ci starò bene, nel mondo del lavoro!

«È stata un’esperienza indimenticabile e interessante e tutto quello che ho imparato mi servirà nel futuro e anche a stare bene nel mondo del lavoro»: così Francesca, 23 anni, giovane donna con sindrome di Down, ha raccontato nella Sala Giunta del Comune di Bari la sua partecipazione a “Lavoriamo in rete”, l’iniziativa lanciata dall’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), e sostenuta dalla Fondazione CON IL SUD, per l’inserimento lavorativo di persone con sindrome di Down nel Sud d’Italia e nelle Isole

Intervento di Francesca Cagnetta nella Sala Giunta del Comune di Bari

L’intervento di Francesca Cagnetta nella Sala Giunta del Comune di Bari

«Sono Francesca, ho 23 anni, vengo da Terlizzi (Bari) e ho frequentato l’istituto professionale, indirizzo moda, partecipando a uno stage di cucito. Faccio parte dell’AIPD di Bari (Associazione Italiana Persone Down) e grazie ad essa ho potuto partecipare al progetto Lavoriamo in rete, che mi sta aiutando a conoscere il mondo del lavoro e anche a trovare un lavoro. Questo progetto mi ha dato anche la possibilità di partecipare a un seminario di orientamento a lavoro a Gallipoli (Lecce) per quattro giorni. È stata un’esperienza indimenticabile e interessante, abbiamo fatto tante attività che mi sono servite a conoscere le regole del lavoro che sono molto importanti. In albergo ho visto i camerieri che lavoravano e immaginavo di essere al loro posto, infatti un lavoro che mi piacerebbe molto fare è la cameriera. Tutto quello che ho imparato a Gallipoli mi servirà nel futuro e anche a stare bene nel mondo del lavoro. Dopo questa esperienza spero di trovare un lavoro».

Così Francesca Cagnetta ha raccontato a Bari, durante una conferenza stampa promossa presso la Giunta del Comune pugliese, cui ha partecipato anche l’assessore comunale Paola Romano, la sua preziosa esperienza – nella quale è stata coinvolta insieme ad altre due persone del’AIPD locale, Sara Scarnera e Mariangela Lerario – nell’àmbito di Lavoriamo in rete – Percorsi di inserimento lavorativo nei territori del Sud, l’iniziativa lanciata dall’AIPD Nazionale e sostenuta dalla Fondazione CON IL SUD, per l’inserimento lavorativo di persone con sindrome di Down nel Sud d’Italia e nelle Isole, della quale abbiamo seguito in questi mesi i positivi sviluppi registrati anche in Calabria, Campania e Sardegna.

Lavoriamo in rete, lo ricordiamo, sta riguardando esattamente trentacinque persone con sindrome Down – nella fascia d’età compresa tra i 18 e i 29 anni – coinvolte insieme alle loro famiglie nell’iniziativa, che ha una durata di diciotto mesi, allo scopo appunto di incrementarne la motivazione, la consapevolezza, la capacità e l’occupabilità.
Tredici, invece, gli operatori impegnati, in altrettante Sezioni dell’AIPD (Bari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Foggia, Lecce, Matera, Milazzo-Messina, Napoli, Oristano, Potenza, Reggio Calabria e Termini Imerese in provincia di Palermo). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: aipdbari@libero.it; ufficiostampaaipd@gmail.com.

Stampa questo articolo