La sclerosi multipla, seconda causa di disabilità tra i giovani

In Italia sono oltre 75.000 le persone con sclerosi multipla, delle quali circa 38.000 giovani tra i 20 e i 40 anni. Di questa realtà e di molto altro parlerà il 10 e l’11 ottobre l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), in migliaia di piazze italiane, nell’àmbito della tradizionale iniziativa di sensibilizzazione, informazione e raccolta fondi, denominata “La mela di AISM”

Locandina della "Mela di AISM", 10-11 ottobre 2015Tra i numerosi eventi previsti per il prossimo fine settimana, uno dei principali sarà certamente La mela di AISM, tradizionale iniziativa di sensibilizzazione, informazione e raccolta fondi (cui è legato anche il numero solidale 45591), che sabato 10 e domenica 11 ottobre vedrà i volontari dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multiplka) impegnata in cinquemila piazze italiane.

Una parte dei fondi raccolti nelle piazze e quelli raccolti tramite l’SMS solidale andranno a sostenere i progetti scientifici riguardanti l’àmbito della sclerosi multipla progressiva, forma ancora oggi orfana di terapie. L’altra parte dei fondi, invece, andrà a implementare i servizi erogati dall’AISM alle persone con sclerosi multipla e in particolare quelli ai giovani, alle famiglie e ai genitori di bimbi affetti dalla malattia.

In Italia, lo ricordiamo, sono oltre 75.000 le persone con sclerosi multipla, delle quali circa 38.000 sono giovani tra i 20 e i 40 anni. Si tratta della seconda causa di disabilità tra i giovani, dopo quella provocata dagli incidenti stradali. (S.B.)

Tutti gli approfondimenti sono disponibili nel sito dell’AISM. Per ulteriori informazioni: Ufficio Stampa AISM (Barbara Erba), barbara erba@gmail.com.

Stampa questo articolo