Doposcuola per bambini e ragazzi con autismo

Verrà presentato il 6 novembre a Rosà (Vicenza), un progetto promosso dall’ANGSA Veneto (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), in collaborazione con l’ANFFAS di Bassano del Grappa (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), voluto per realizzare un “Doposcuola per bambini e ragazzi con autismo e disturbi generalizzati dello sviluppo”, con l’obiettivo di mantenere le autonomie e potenziare le competenze relazionali e sociali

Ragazzo con autismo insieme a un'operatriceInsegnanti, genitori e operatori che lavorano nel campo della disabilità, sono tutti invitati venerdì 6 novembre a Rosà, in provincia di Vicenza (Aula Biblioteca Scuole Medie Roncalli, Via Monsignor Filippi, 7, ore 18), per l’incontro informativo sul progetto Doposcuola per bambini e ragazzi con autismo e disturbi generalizzati dello sviluppo, promosso dall’ANGSA Veneto (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), in collaborazione con l’ANFFAS di Bassano del Grappa (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale).

«Questa iniziativa – spiega la coordinatrice Giorgia Rossi – si rivolge a bambini e adolescenti con diagnosi compresa tra i disturbi dello spettro autistico, di età tra i 6 e i 18 anni (salvo eccezioni particolari da valutare caso per caso) e residenti nel territorio dell’ULSS 3 di Bassano del Grappa (Vicenza). L’obiettivo principale è quello di fornire un servizio continuativo specialistico, che operi, nel rispetto delle caratteristiche e peculiarità del disturbo stesso e del singolo individuo. In generale le attività verteranno sul mantenimento nelle macroaree delle autonomie e sul potenziamento delle competenze relazionali e sociali». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: angsaveneto@gmail.com.

Stampa questo articolo