A Rimini arriva anche “Happy Hand In Tour”

Proprio negli stessi giorni, infatti, in cui Rimini ospiterà il grande convegno dedicato alla “Qualità dell’integrazione scolastica e sociale”, arriverà al Centro Commerciale Malatesta della città romagnola anche il progetto “Happy hand in Tour”, promosso da IGD (Immobiliare Grande Distribuzione), insieme alla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), al CIP (Comitato Italiano Paralimpico), all’Associazione WTKG e a COOP, che diffonde una nuova cultura della disabilità, attraverso lo sport, la musica e l’espressione creativo-artistica

Emanuele "Meme" Pagnini

Emanuele “Meme” Pagnini, campione mondiale paralimpico di sci nautico e campione anche di sport invernali, sarà uno degli ospiti d’eccezione al Centro Commerciale Malatesta di Rimini, per “Happy Hand in Tour”

Continua con grande successo la marcia del Progetto Happy Hand in Tour, che punta a diffondere una nuova cultura della disabilità, in tanti centri commerciali del nostro Paese, attraverso lo sport, la musica e l’espressione creativo-artistica. Infatti, dopo gli esordi a inizio ottobre in Toscana (Livorno) e Lazio (Colleferro), e l’approdo la scorsa settimana in Piemonte (Asti) e Veneto (Conegliano), la prossima tappa è in programma per il 14 e il 15 novembre a Rimini, proprio negli stessi giorni in cui un altro grande appuntamento di cui ci siamo già ampiamente occupati in altra parte del giornale, vale a dire il 10° Convegno Internazionale La Qualità dell’integrazione scolastica e sociale, si svolgerà nella città romagnola.

A promuovere l’iniziativa, lo ricordiamo, è stata innanzitutto una grande società come Immobiliare Grande Distribuzione (IGD), uno dei principali player in Italia nel settore immobiliare della grande distribuzione organizzata, con quotazione in borsa, che sviluppa e gestisce centri commerciali su tutto il territorio nazionale. Al suo fianco la FISH, la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap che raggruppa decine di Associazioni di persone con disabilità e delle loro famiglie e il CIP (Comitato Italiano Paralimpico), di cui fanno parte le tante Federazioni Italiane dello sport praticato dalle persone con disabilità. Insieme all’Associazione WTKG (Willy the King Group), che da anni organizza la fortunata manifestazione bolognese Happy Hand e a COOP, sono stati loro i partner che hanno lanciato Happy Hand in Tour.
L’obiettivo è sostanzialmente quello di presentare la disabilità in modalità positiva, in linea con la battaglia culturale che la FISH conduce ormai da più di vent’anni, basata innanzitutto sul principio che la disabilità non è dipendenza, né malattia, ma un fatto strettamente connesso all’ambiente, alla cultura e ai pregiudizi. Nelle giuste condizioni, infatti, le persone con disabilità studiano, lavorano, praticano uno o più sport, vanno in vacanza, conducono una vita sociale, formano una propria famiglia. Senza nemmeno mai dimenticare che la disabilità non è un evento eccezionale, riguardando milioni di persone e potendo interessare chiunque nel corso della propria vita.
Ma come trasmettere ai cittadini questa nuova cultura sulla disabilità? Utilizzando strumenti di grande impatto come lo sport, da una parte, l’espressione creativo-artistica, dall’altra, declinata sotto diversi aspetti, per coinvolgere ad esempio il vasto popolo dei visitatori-fruitori dei Centri Commerciali in occasioni di incontro a fianco di noti sportivi con e senza disabilità, ma anche consentendo loro di cimentarsi direttamente in discipline quali il sitting volley, il basket e il rugby in carrozzina, il tennis tavolo, le bocce, l’handbike, il tennis, la scherma, il calcio balilla, l’atletica, il calcetto, il tiro con l’arco, la scherma, la boccia, il pattinaggio, la canoa, il judo, il wheelchair hockey e altre ancora, proponendo poi, su un altro versante, esibizioni musicali, di danza e ballo, rappresentazioni teatrali, mostre, laboratori creativi di fumetto, pittura, documenti in video e altro ancora.

Come detto inizialmente, dunque, Happy Hand in Tour – il cui lungo ciclo di eventi proseguirà fino ai primi mesi del 2016 – sta per approdare il 14 e 15 novembre al Centro Commerciale Malatesta di Rimini, con un programma quanto mai interessante, all’insegna dello sport, con ospiti d’eccezione, la partecipazione delle Istituzioni e delle scuole e momenti di informazione e sensibilizzazione.
Alla manifestazione, infatti, patrocinata dal Comune di Rimini, sono state invitate tutte le scuole municipali, le Associazioni di volontariato e quelle sportive, insieme al sindaco della città Andrea Gnassi, l’assessore comunale ai Servizi Sociali Gloria Lisi e quello allo Sport Gianluca Brasini. Il tutto reso possibile grazie al grande impegno di una serie di organizzazioni, l’ente di promozione sportiva PSG Rimini (Polisportive Giovanili Salesiane), le Associazioni Sportive Dilettantistiche Sportinmente e Baraonda, la Rimini Archery School e gli Arcieri Città di Rimini, la squadra di basket in carrozzina del Gruppo Atletica Imola SACMI AVIS, la CRABS Rimini, compagine del Campionato Nazionale di Serie B di basket e la Sezione Provinciale di Rimini dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla).
Saranno presenti inoltre anche i referenti del Progetto Emporio Solidale e nuovi servizi per le famiglie in difficoltà, sostenuto da Volontarimini.

Si incomincerà dunque sabato 14 (ore 10-11), con il sitting volley, il basket in carrozzina e il tiro con l’arco, insieme alle scuole della Provincia. Successivamente, il cattolichino Emanuele “Meme” Pagnini, campione mondiale paralimpico di sci nautico e di sport invernali, incontrerà i presenti, tra interviste e filmati.
Nel pomeriggio (ore 15-17), ancora sitting volley, con l’iniziativa denominata Tutti giù per terra, proposta dall’Associazione Sportinmente e dalle PGS Rimini, ma anche (ore 16-18), attività di ABC motorio e psicomotricità, rivolte ai più piccoli, a cura di Sportinmente, che porterà al Centro Malatesta il suo gruppo Invictus, composto da bambini con difficoltà motorie e cognitivo-relazionali.
E ancora (ore 17-18), un percorso accidentato con la carrozzina, in collaborazione con il Delegato INAIL-CIP, per comprendere il disagio di chi con difficoltà si muove per le strade in sedia a rotelle, fino alla grande iniziativa centrata sul basket in carrozzina, con alcuni giocatori della squadra SACMI AVIS, ma anche la presenza dei giocatori del CRABS Rimini e di Giacomo Forcione, giovane stella della Nazionale di Basket in Carrozzina. Per l’occasione verrà organizzata una gara di tiro a canestro durante la quale verranno messi in palio cento biglietti della partita della CRABS Rimini di domenica 15.
Si proseguirà poi nel pomeriggio di domenica 15, con un altro evento di sitting volley, sempre con Sportinmente e le PSG Rimini (ore 15-17), per concludere dando spazio al tiro con l’arco, sia in carrozzina che da seduti (ore 17-19).

Da segnalare infine che durante tutta la manifestazione verranno proiettati video di discipline paralimpiche e che saranno allestiti degli stand di alcune Associazioni del territorio, impegnate sul fronte della disabilità, oltre a un punto informazioni curato dal CIP e dalla FISH. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: rimini@comitatoparalimpico.it; ufficiostampa@fishonlus.it; presidenza@fishonlus.it; sustainability@gruppoigd.it.

Stampa questo articolo