Verso contenuti editoriali sempre più accessibili

Presentazioni, esperienze, buone prassi e discussioni legate all’accessibilità nel campo dell’editoria digitale, verranno presentate il 13 novembre a Milano, durante un seminario proposto dalla Fondazione LIA (Libri Italiani Accessibili), cui parteciperanno numerosi autorevoli esperti internazionali, provenienti sia dal mondo dell’editoria che da quello della disabilità visiva

George Kerscher

George Kerscher, che aprirà il seminario di Milano, è il segretario generale del DAISY Consortium, una delle principali organizzazioni internazionali attive nel campo dell’accessibilità dei contenuti editoriali

In questi giorni, la Fondazione LIA (Libri Italiani Accessibili) – organizzazione non profit che si occupa del libro e della lettura in tutte le sue forme, tradizionali e digitali – sta ospitando presso la propria sede di Milano il Consiglio del DAISY Consortium, una delle principali organizzazioni internazionali attive nel campo dell’accessibilità dei contenuti. E a seguire tale importante evento, la stessa Fondazione LIA ha organizzato, sempre a Milano (Laboratorio Formentini per l’Editoria, Via Formentini, 10, ore 9-17.30; lavori in lingua inglese), l’interessante seminario internazionale intitolato Inclusive publishing ecosystem. A roadmap for born accessibile content (letteralmente “Ecosistema editoriale inclusivo. Il percorso per la nascita di contenuti accessibili”), con la collaborazione del citato DAISY Consortium e anche dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), dell’IDPF (International Digital Publishing Forum), di EDR-Lab (European Digital Reading Lab), della Readium Foundation e del TISP (Technology Innovation for Smart Publishing).

«L’incontro – come spiegano dalla Fondazione LIA – proporrà presentazioni, esperienze, buone prassi e discussioni legate all’accessibilità nel campo dell’editoria digitale, grazie alla presenza di numerosi esperti internazionali provenienti dal mondo dell’editoria, delle organizzazioni che rappresentano le persone con disabilità e delle organizzazioni che gestiscono gli standard dei contenuti editoriali, oltre che da rappresentanti dei diversi attori della filiera editoriale. Durante l’evento, inoltre, si ragionerà su come avviare strategie comuni, per incoraggiare ulteriormente la collaborazione tra i vari attori coinvolti e lo sviluppo di nuovi modelli di produzione, distribuzione e uso di contenuti digitali accessibili».

Ad aprire i lavori della giornata sarà George Kerscher, segretario generale del DAISY Consortium, nominato dal presidente degli Stati Uniti Obama White House Champion of Change (“Campione di cambiamento della Casa Bianca”) nel 2012, per il suo impegno nel campo della tecnologia applicata all’accessibilità. Punto di partenza sarà la Baseline for born accessible EPUB, documento che mira a promuovere un ecosistema editoriale sempre più inclusivo. (S.B.)

È disponibile il programma completo del seminario di Milano. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteria@fondazionelia.org.

Stampa questo articolo