Il percorso di quel bando in provincia di Ragusa

«Abbiamo accolto con grande favore quel bando emesso dal Distretto Socio Sanitario 45 della Sicilia, per la costituzione di un albo di soggetti accreditati ad erogare servizi in favore delle persone con disabilità. E tuttavia, delle relative graduatorie ancora non vi è nemmeno l’ombra»: lo aveva denunciato qualche giorno fa, su queste stesse pagine, l’Associazione ANFFAS di Modica (Ragusa), ma ora sembra proprio che la situazione si sia sbloccata

Uomo con disabilità davanti a una finestra con grataSubito dopo avere dato spazio qualche giorno fa alla denuncia dell’ANFFAS di Modica (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), secondo la quale dopo l’emissione del bando per la costituzione di un albo di soggetti accreditati ad erogare servizi in favore delle persone con disabilità, da parte del Distretto Socio Sanitario 45 della Sicilia, comprendente una serie di Comuni della Provincia di Ragusa (Modica, Ispica, Scicli e Pozzallo), la situazione era rimasta sostanzialmente bloccata (niente ancora graduatorie), abbiamo appreso la notizia che tramite una specifica Determina del 9 novembre, è stato integrato quell’albo di soggetti accreditati appunto ad erogare servizi in favore delle persone con disabilità.
Ne prendiamo ben volentieri atto, con l’auspicio che l’iter abbia effettivamente imboccato la strada più rapida e lineare possibile, in modo tale da rispondere con puntualità ai bisogni delle famiglie coinvolte. (S.B.)

Ringraziamo per la collaborazione Giuseppe D’Avella (staff Progetto Co.Re. – Piano di Comunicazione del Distretto Socio Sanitario 45).

Stampa questo articolo