“Casa Dora”, un nuovo modello di abitare

La sperimentazione di un nuovo modello, in grado di conciliare da una parte le esigenze abitative e di autonomia dei giovani che, per difficoltà economiche, non possono accedere al mercato generale della locazione, dall’altra parte il desiderio delle persone con disabilità di sperimentarsi in percorsi di vita indipendente: consiste in questo il bel Progetto “Casa Dora”, promosso dall’organizzazione Il Punto ONLUS, insieme al Comune di Torino e basato su un alloggio che verrà inaugurato il 20 novembre

Locandina dell'inaugurazione di "Casa Dora", Torino, 20 novembre 2015Verrà inaugurata venerdì 20 novembre a Torino (ore 11), Casa Dora, iniziativa nata a seguito dell’assegnazione al Punto ONLUS, da parte del Comune di Torino, di un alloggio sito in Lungo Dora Voghera, 134.
«Si tratta di un alloggio – spiegano dal Punto, organizzazione nata nel 2004 dalla collaborazione tra diverse realtà del non profit torinese impegnate nel mondo della disabilità – ove si sperimenterà un nuovo modello, in grado di conciliare da una parte le esigenze abitative e di autonomia dei giovani che, per difficoltà economiche, non possono accedere al mercato generale della locazione, dall’altra parte il desiderio delle persone con disabilità di sperimentarsi in percorsi di vita indipendente».

Casa Dora, dunque, ospiterà tre persone con disabilità e due giovani coabitanti, mentre un sesto posto sarà riservato a brevi periodi di tregua o sperimentazioni di vita indipendente. «Crediamo – aggiungono dal Punto – che con questo progetto sia possibile superare la logica tradizionale dell’assistenza a favore della cultura dell’inclusione, rispondendo alle necessità abitative dei giovani e accompagnando i partecipanti in un percorso di convivenza attiva, partecipata e consapevole».

All’inaugurazione del 20 novembre parteciperanno il vicesindaco di Torino Elide Tisi, Monica Lo Cascio, direttore del progetto e il dirigente comunale Maurizio Pia. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: comunicazione@ilpuntoscs.org.

Stampa questo articolo