Subacquea facile, divertente e sicura per tutti

Tutti possono praticare la subacquea in relazione alla propria fisicità e idoneità specifica, in modo sempre più consapevole e sicuro, come testimoniano le migliaia di subacquei con disabilità che concorrono a formare nel mondo il movimento di HSA, l’Associazione Internazionale di Attività Subacquee e Natatorie per Disabili. Se ne parlerà il 28 novembre a Ostia Lido (Roma), durante un incontro promosso da Blue Marlin Diving Center di Ostia Porto e da HSA Italia

Soci di HSA Italia in immersione

Soci con disabilità di HSA Italia in immersione (foto di Pierpaolo Peluso)

«In questi ultimi vent’anni la subacquea nelle sue varie componenti è notevolmente cresciuta, unitamente a una maggiore attenzione alla tutela ambientale. Diversi qualificati operatori in Italia offrono insegnamento ad ogni livello, servizi a 360 gradi, attrezzature sempre più avanzate, viaggi dedicati e nuove e accattivanti avventure subacquee. Tutti possono praticare la subacquea in relazione alla propria fisicità e idoneità specifica, in modo sempre più consapevole e sicuro, come testimoniano anche le migliaia di subacquei con disabilità, i loro istruttori e compagni di immersione brevettati HSA in diversi Paesi nel mondo, che concorrono a formare lo storico movimento che, in oltre trentacinque anni di impegno, da pioniere, è diventato un autorevole riferimento del settore».
Così l’Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili HSA Italia (Handicapped Scuba Association International), di cui anche il nostro giornale segue puntualmente le varie iniziative, presenta l’incontro pubblico aperto a tutti, intitolato Subacquea facile e divertente, sicura per tutti, in programma per sabato 28 novembre a Roma – Ostia Lido (Casa del Mare, Via del Canale di Castelfusano, 11, ore 17.30).

All’iniziativa – promossa da Blue Marlin Diving Center di Ostia Porto, insieme alla stessa HSA Italia – parteciperanno Sabrina Macchioni, responsabile di Blue Marlin Diving Center, Cinzia Forniz, biologa dell’Area Marina Protetta Secche Tor Paterno, Aldo Torti, presidente di HSA Italia, Claudio Presutti, responsabile del Diving Center Mediterranea Ostia, Lorenzo Oberti e Alessandro Lana dello staff di HSA Italia, Marco Ciabattoni, medico iperbarico del Comitato Medico-Scientifico di HSA Italia e Guido Pollice, presidente di VAS (Verdi Ambiente e Società). (S.G.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@hsaitalia.it; sabrina@bluemarlinsport.it.

Stampa questo articolo