A scoprir l’arte tattile con Felice Tagliaferri

Sarà il noto artista non vedente e docente di arti plastiche, il protagonista delle iniziative promosse a partire dal 1° dicembre dal Museo Civico Amedeo Lia della Spezia, in occasione della Giornata Internazionale ed Europea delle Persone con Disabilità del 3 dicembre. Oltre a una mostra, infatti, sono previsti anche incontri dello stesso Tagliaferri sia con studenti delle scuole superiori che con docenti e operatori del settore museale

Felice Tagliaferri

Lo scultore non vedente Felice Tagliaferri, protagonista dell’evento della Spezia, qui in un’immagine che lo vede all’opera nel suo laboratorio

Anche quest’anno il Museo Civico Amedeo Lia della Spezia parteciperà alla Giornata Internazionale ed Europea delle Persone con Disabilità del 3 dicembre, dedicata al tema Questioni di inclusione: accesso ed empowerment per le persone con tutte le abilità e lo farà nell’àmbito del progetto La bellezza accessibile, intrapreso già da tre anni dalla struttura ligure.

Nella settimana da martedì 1 a martedì 8 dicembre, dunque, il Museo ospiterà nei propri spazi un’esposizione di opere di Felice Tagliaferri, il noto artista non vedente, primo docente di arti plastiche al mondo con disabilità visiva, che dirige a Sala Bolognese la Scuola Chiesa dell’Arte, di cui tanto spesso anche il nostro giornale ha avuto occasione di occuparsi (suggeriamo ad esempio la lettura di un’ampia intervista da noi recentemente pubblicata).
Per tale occasione, martedì 1 (ore 10-13), Francesca Giorgi e Lidia Schichter cureranno anche un incontro motivazionale ed esperienziale, rivolto alle scuole superiori tenuto dallo stesso Tagliaferri.
Nella stessa giornata, inoltre (ore 16-18), l’artista terrà un incontro di formazione rivolto specificamente ai docenti e agli operatori del settore museale, sul tema Arte tattile. Approccio alla comunicazione, ove partendo dalla propria personale esperienza, aiuterà a capire come dentro a ciascun individuo esista un angolo spesso nascosto che è possibile far emergere attraverso forme espressive che possono attingere ad ambiti comunicativi differenti.

Per l’intera settimana, infine, fino all’8 dicembre, il Museo Lia organizzerà incontri e visite alla mostra di Felice Tagliaferri in collaborazione con l’UICI della Spezia (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), che offre il proprio supporto all’iniziativa. (L.S.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: lidiaschichter@gmail.com; francesca.giorgi@comune.sp.it.

Stampa questo articolo