Una convenzione tra UICI e Unitelma Sapienza

Una convenzione è stata sottoscritta tra l’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e l’Unitelma (Università Telematica) Sapienza di Roma, per favorire la formazione continua e l’aggiornamento professionale dei Soci della stessa UICI, che potranno così frequentare comodamente da casa o da qualsiasi altro luogo i corsi e svolgere le relative esercitazioni. «Non un invito a stare a casa – sottolinea il Presidente dell’UICI -, ma un’ulteriore agevolazione che offriamo ai nostri Soci»

Cieco davanti al computer

Una persona con disabilità visiva al lavoro con il computer

«Questa convenzione vuole offrire nuove opportunità formative ai nostri Soci, consentendo loro di frequentare comodamente da casa o da qualsiasi altro luogo i corsi universitari, oltreché di svolgere le relative esercitazioni, grazie a un accesso riservato nell’area didattica on-line di Unitelma Sapienza, tramite la quale sarà possibile interagire anche con gli altri studenti, tutor e docenti in tempo reale a mezzo forum di discussione, e-mail, Facebook e altro. Questo ovviamente non è un invito a stare a casa, ma un’ulteriore agevolazione che vogliamo offrire ai nostri Soci».
Così Mario Barbuto, presidente nazionale dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), commenta con soddisfazione la convenzione sottoscritta tra la stessa UICI e l’Unitelma (Università Telematica) Sapienza di Roma, retta da Francesco Avallone, che tramite metodologie e tecnologie informatiche avanzate nella formazione a distanza, promuove attività di ricerca, didattiche e formative, in particolare nel campo giuridico ed economico.
L’accordo prevede tra l’altro, per i Soci dell’UICI, una riduzione delle tasse di iscrizione (estesa ai componenti del loro nucleo familiare), e anche la possibilità di conseguire una borsa di studio per gli anni successivi al primo per coloro che avranno conseguito almeno il 60% dei CFU (Credito Formativi Universitari), con una media non inferiore ai venticinque trentesimi. (C.G. e S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Chiara Giorgi (c.giorgi@i-mage.com).

Stampa questo articolo