Il presente e il futuro del turismo per tutti

Le varie tematiche legate al turismo accessibile a tutti, in un’ottica di piena accoglienza, saranno affrontate da alcuni personaggi di rilievo nazionale e internazionale, durante un convegno in programma per il 10 dicembre ad Asti, nell’àmbito delle varie iniziative promosse in sinergia con altre organizzazioni dalla CPD di Torino (Consulta per le Persone in Difficoltà), in occasione della Giornata Internazionale del 3 Dicembre

Laszlo Gabor Lovaszy

Laszlo Gabor Lovaszy, componente del Comitato ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, parteciperà al convegno di Asti

Nel presentare le varie iniziative promosse dalla CPD (Consulta per le Persone in Difficoltà) di Torino, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 Dicembre, in sinergia con altre organizzazioni, avevamo anche anticipato la notizia del convegno sul turismo per tutti, intitolato Tourism for All: Autonomy wins, in programma per giovedì 10 dicembre ad Asti (Palco 19, ore 14.30).
Durante tale appuntamento, le varie tematiche legate al tema del turismo per tutti, in un’ottica di piena accessibilità e accoglienza, saranno affrontate da alcuni personaggi di rilievo nazionale e internazionale, tra cui Laszlo Gabor Lovaszy, membro del Comitato ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, Javier Blázquez Abril della nota Fondazione spagnola ONCE e il il blogger Rotex («Vanity Fair»).

«Affronteremo – spiegano gli organizzatori dell’incontro – vari argomenti riguardanti la tutela dei diritti delle persone con disabilità, passando per le criticità relative alla creazione e gestione di città accessibili e molto altro ancora. Ma non è tutto, perché il convegno sarà un momento di raccordo e di presentazione di diverse esperienze di cui la CPD si è fatta promotrice in questo ultimo periodo. Ad esempio il Progetto STRING (Smart Tourist Routes for Inclusive Groups), vincitore di un bando europeo di cui la CPD è capofila, attività di cooperazione transnazionale tra dodici organizzazioni di sette diversi Paesi, voluta per sviluppare proposte turistiche accessibili a tutti, dislocate rispettivamente in Piemonte (Italia), Avila (Spagna) e Sozopol (Bulgaria). E anche BookingAble.com, portale italiano attivo nella gestione e nella vendita di camere alberghiere ed extralberghiere per persone con disabilità, piattaforma realizzata dall’ISITT (Istituto Italiano per il Turismo per Tutti), in partenariato con la CPD e il Tour Operator Stile DiVino Travel, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino».

Tra gli altri momenti del convegno, poi, vi sarà spazio anche per i risultati dell’indagine svolta con l’iniziativa Piemonte For All by Turismabile (se ne legga su queste stesse pagine) e annunciare i vincitori che vi hanno aderito, dando voce alla loro immagine e alla loro storia.
In serata, infine, verrà rappresentata La locanda del migrante, spettacolo teatrale che è il frutto del lavoro dell’Associazione Culturale torinese I Buffoni di Corte e della Compagnia delle Frottole.
Ai Buffoni di Corte, lo ricordiamo, il nostro giornale ha dedicato a suo tempo un ampio approfondimento, con relativa intervista al regista Luca Nicolino, evidenziandone l’ottimo lavoro condotto nel capoluogo piemontese, con l’obiettivo di sfruttare anni di esperienza maturata in laboratori teatrali, creativi e d’animazione con persone con la sindrome di Down e in percorsi formativi in ambito drammaterapeutico ed educativo con gruppi di bambini, ragazzi e adulti. (S.B.)

La pubblicazione della presente nota ci fornisce anche l’occasione per porgere le condoglianze della nostra redazione a Paolo Osiride Ferrero e a Gianni Ferrero, presidente e direttore della CPD di Torino, per la grave perdita che li ha colpiti con la scomparsa di Franca, moglie del primo e madre del secondo.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: uffstampa@cpdconsulta.it.

Stampa questo articolo