Io in una nuova realtà visiva

Si chiama così il nuovo ciclo di iniziative, riservate a persone che abbiano perso parzialmente o totalmente la propria capacità visiva, allo scopo di confrontarsi e a comprendere quali siano le autonomie possibili, nonostante una sopravvenuta disabilità: lo ha promosso l’ANFAMIV di Udine (Associazione Nazionale delle Famiglie dei Minorati Visivi), per i giorni dal 12 al 21 dicembre

Particolare di persona non vedente o ipovedente, con il bastone biancoCome da precisa richiesta di alcuni partecipanti alle edizioni degli anni scorsi, l’ANFAMIV di Udine (Associazione Nazionale delle Famiglie dei Minorati Visivi), organizzazione aderente alla FISH del Friuli Venezia Giulia (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), ha promosso per la terza volta l’iniziativa Io in una nuova realtà visiva, riservata a persone che abbiano perso parzialmente o totalmente la propria capacità visiva, allo scopo di confrontarsi e a comprendere quali siano le autonomie possibili, nonostante una sopravvenuta disabilità.

Si partirà dunque sabato 12 dicembre a Venezia, con una visita guidata e un laboratorio esperienziale di lavorazione della creta, presso la mostra Doppio senso: percorsi tattili alla Collezione Peggy Guggenheim, meritoria iniziativa di cui anche «Superando.it» ha avuto modo di occuparsi qualche settimana fa.
Domenica 13, poi, giorno di Santa Lucia, coincidente con la Giornata Nazionale del Cieco, dopo la Messa presso la Chiesa Parrocchiale di San Pio X a Udine, ci sarà un pranzo comunitario con l’Associazione Dinsi une Man (che in friulano vuol dire “diamoci una mano”), mentre nel pomeriggio è previsto lo spettacolo teatrale Tiritera cha cha cha, presso la Sala Polifunzionale della V Circoscrizione del Comune di Udine (Cussignacco).
E ancora, lunedì 14, un incontro/conversazione con Gianmario Mascolo, psicologo e psicoterapeuta non vedente, sul tema La mia autonomia (ore 15-18), mentre martedì 15 e mercoledì 16 sono in programma alcuni laboratori di manualità e altre attività volte al conseguimento e al rafforzamento delle autonomie personali e domestiche.
Sarà quindi ancora teatro, nella serata di giovedì 17, con la fruizione dello spettacolo Suite in forma di rosa, preceduto nel pomeriggio da un’esercitazione di canto corale per condividere preziosi momenti di musica.
Venerdì 18, invece, i partecipanti al ciclo di iniziative la musica non la canteranno, ma andranno ad ascoltarla al Concerto di Natale (ore 18), dopo essersi messi in gioco nel corso di attività motorie e di orientamento spaziale, importantissime per il benessere del corpo e della mente.
Infine, dopo le visite di sabato 19 e domenica 20 ad alcune località di Udine, il percorso si concluderà lunedì 21 con la Festa di Natale presso la sede dell’ANFAMIV (ore 16). (L.V.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Lorenza Vettor (anfamiv@email.it).

Stampa questo articolo