Sclerosi multipla, attività fisica e benessere

Durante il convegno intitolato “Attività fisica come strumento di benessere per le persone con sclerosi multipla”, promosso per il 12 dicembre a Roma dal Gruppo Giovani dell’AISM Capitolina (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), si parlerà appunto dell’importanza del movimento fisico per le persone con sclerosi multipla e dei risvolti benèfici che ne derivano, sia in presenza che in assenza di disabilità. All’incontro parteciperà anche Roberta Amadeo, presidente nazionale dell’AISM

Immagine a corredo della locandina dell'incontro promosso dal Gruppo Giovani dell'AISM di Roma il 12 dicembre 2015

L’immagine scelta a corredo della locandina dell’incontro promosso per il 12 dicembre dal Gruppo Giovani dell’AISM di Roma

Una nuova occasione di informazione ai giovani con sclerosi multipla verrà fornita sabato 12 dicembre dal Gruppo Giovani dell’AISM di Roma (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), con il convegno sul tema Attività fisica come strumento di benessere per le persone con sclerosi multipla, in programma presso il Columbus Fitness Club della Capitale (Via dell’Accademia Peloritana, 26, ore 9.30) e durante il quale si parlerà appunto dell’importanza del movimento fisico per le persone con sclerosi multipla e sui risvolti benèfici che ne derivano, sia in presenza che in assenza di disabilità.

Per l’occasione la neurologa Maria Grazia Grasso descriverà il tipo di influenza che l’affiancamento dell’esercizio fisico alla terapia farmacologica esercita sullo stato psicofisico delle persone con sclerosi multipla, partendo da esempi tratti dalla pratica clinica quotidiana e offrendo alcuni chiarimenti sulla possibilità di sviluppare veri e propri protocolli di allenamento.
Dal canto suo, la fisioterapista Letizia Castelli entrerà nel merito della tipologia di esercizi fisici e di discipline motorie in grado di offrire giovamento e di allievare i sintomi tipici della malattia (spasticità, debolezza muscolate, disturbi dell’equilibrio), focalizzandosi sull’incidenza benevola che questa forma di benessere può avere sull’umore delle persone con sclerosi multipla.

Ospite d’onore dell’incontro sarà Roberta Amadeo, presidente nazionale dell’AISM, che renderà il pubblico partecipe della sua avvincente esperienza da sportiva, che l’ha portata a diventare una campionessa dell’handbike. Al suo fianco Cristina Guidi e Laura Zampieri, donne con sclerosi multipla del Gruppo Giovani, racconteranno il ruolo svolto dall’attività sportiva nella loro vita (rispettivamente come nuotatrice e come fondista) e i benefìci che ne traggono. (S.B.)

La partecipazione all’incontro di Roma è gratuita ed è riservata alle persone con sclerosi multipla al di sotto dei 40 anni. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: giovaniaismroma@gmail.com; barbaraerba@gmail.com.

Stampa questo articolo