Le persone con disabilità che fanno turismo sono turisti!

È questo il motto di Village for all (V4A®), la nota rete che conferisce il marchio internazionale di qualità dell’ospitalità accessibile, che dopo un 2015 decisamente importante, per se stessa e in generale per il turismo accessibile in Italia, con il monitoraggio di ben mille strutture in quasi tutte le Regioni del nostro Paese e coprendo ogni tipo di offerta turistica, si prepara a un impegnativo 2016, a incominciare dalla partecipazione all’ETIS di Bruxelles, dove si farà anche il punto sul turismo accessibile in Europa

Realizzazione grafica con pupazzetto in carrozzina e con una valigetta, sopra a una cartina geograficaÈ stato un anno decisamente importante, il 2015 appena trascorso, per Village for all (V4A®) – la nota rete che conferisce il marchio internazionale di qualità dell’ospitalità accessibile – e più in generale anche per il turismo accessibile nel nostro Paese. «Credo lo si debba soprattutto – sottolinea Roberto Vitali, fondatore e presidente di V4A® – al nostro software di verifica V4AInside, impiegato in progetti importanti come il portale ExpoFacile.it, realizzato a supporto dei visitatori dell’Expo di Milano, iniziativa voluta da FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali di Persone con Disabilità), gestita da un pool di Associazioni, in sinergia con il Comune di Milano e la Regione Lombardia. È infatti grazie anche ai servizi forniti da Expofacile.it che la città di Milano si è vista riconoscere, nel dicembre scorso, l’Access City Award da parte dell’Unione Europea».

Ma non solo: V4AInside, infatti, è stato anche alla base di EasyVeneto, progetto della Regione Veneto che ha portato a monitorare circa 400 strutture turistiche e di interesse turistico, di Puglia for all, realizzato da PugliaPromozione (300 strutture monitorate) e Distretto Valle dei Templi for all di Agrigento (circa 200 strutture monitorate). «Ad oggi – ricorda Vitali con soddisfazione – abbiamo la presenza di strutture con il Marchio V4A® in quasi tutte le Regioni Italiane, e coprendo ogni tipo di offerta turistica, dagli hotel ai resort, dai villaggi ai campeggi, dai bed and breakfast agli agriturismi».
Da ricordare infine che anche in questo 2016 proseguirà la collaborazione di V4A® con l’ADAC, l’Automobil Club Tedesco, con 17 milioni di soci, dei quali quasi un milione con disabilità, organismo che evidenzierà per il secondo anno consecutivo, nella propria Guida Campingführer 2016, tutti i campeggi con il Marchio V4A®.

Il primo impegnativo appuntamento per il 2016 è già alle porte, con la partecipazione, il 28 gennaio prossimo, all’ETIS di Bruxelles (European Tourism Indicator System), evento durante il quale si farà il punto anche sul turismo accessibile in Europa. Per l’occasione V4A® porterà la propria esperienza imprenditoriale, analizzando le opportunità che il turismo accessibile rappresenta per le imprese turistiche, sempre naturalmente all’insegna del proprio motto (Le persone disabili che fanno turismo sono turisti!) e perseguendo la propria mission, che è quella di «garantire a ciascuno la sua vacanza». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@villageforall.net.

Stampa questo articolo