Quasi 25.000 ingressi, nel 2015, al Museo Omero

I dati del 2015 parlano chiaro: il Museo Tattile Statale Omero di Ancona è stato il quarto museo più visitato delle Marche, superato solo dal Castello di Gradara, dal Palazzo Ducale di Urbino e dalla Rocca di Senigallia. Continua dunque il trend positivo – e anche i riconoscimenti nazionali e internazionali – per questa struttura che costituisce un modello unico in termini di approccio multisensoriale all’arte, capace di richiamare l’interesse dei turisti, mantenendo una costante attenzione per le fasce più fragili della popolazione

Incontro al Museo Tattile Statale Omero di Ancona

Uno dei tanti incontri con studenti e operatori al Museo Tattile Statale Omero di Ancona

È stato il museo di Ancona più visitato nel 2015, con ben 24.209 ingressi, posizionandosi, a livello marchigiano, solamente dopo il Castello di Gradara, il Palazzo Ducale di Urbino e la Rocca di Senigallia.
Con la sua forte valenza didattica – il 70% del pubblico è formato da scuole e famiglie, oltreché da operatori e studenti dall’Italia e dall’estero – il Museo Tattile Statale Omero di Ancona si è dunque confermato ancora una volta come un’Istituzione al servizio della propria città e del territorio, ma anche e soprattutto come un modello unico in termini di approccio multisensoriale all’arte, capace di richiamare l’interesse dei turisti, mantenendo una costante attenzione per le fasce più fragili della popolazione.
Tra i principali eventi del 2015, da ricordare senz’altro, per la loro importanza, le mostre Dirà l’argilla di Paolo Annibali e Il Rinascimento oltre l’immagine, di cui anche il nostro giornale si è a suo tempo occupato, in collaborazione con il Museo Bellini di Firenze.
Recenti riconoscimenti sono venuti poi dalla stampa e dal pubblico internazionale: il Museo Omero, infatti, è stato segnalato come meta turistica nelle Marche per il 2016 dall’agenzia di stampa «Blastingnews», sulla scia di un articolo della testata inglese «The Guardian», è stato premiato dal noto sito asiatico di viaggi «Lianorg.com», come attrazione turistica Top Choice 2016 in Italia, ed è tra le “prime cose da fare in Ancona” all’interno di «TripAdvisor.it», il sito turistico di riferimento per molti viaggiatori. (S.G.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: redazione@museoomero.it.

Stampa questo articolo